Pescara, un’opera di Millo e 21mila euro donati all’ospedale di Pescara

Pescara. Inaugurata oggi la nuova opera dell’artista di fama internazionale Millo – pescarese d’adozione – realizzata all’ingresso ambulanze dell’ospedale di Pescara: si intitola “Il cuore sopra tutto / The heart above all”

Grande 146,5 per 162 centimetri, è stata realizzata durante il lockdown, contestualmente ad un crowfunding internazionale con il quale Millo ha raccolto, in una settimana, 21.347,91 euro per l’Ospedale di Pescara.

L’opera, anch’essa oggetto di donazione, è strettamente connessa alla fase più drammatica della pandemia di COVID-19: quando non ancora si parlava del Covid Hospital di Pescara, quando il numero dei contagiati e dei ricoverati nella terapia intensiva dell’Ospedale di Pescara saliva vorticosamente, quando l’artista era costretto in casa dal lockdown che ha comportato un improvviso fermo di tutte le commissioni e dei progetti in corso.

Nel momento più cruciale dell’emergenza, il 25 marzo, Francesco Camillo Giorgino, in arte Millo, avvia una raccolta fondi per far fronte all’emergenza Covid 19 da devolvere a favore dell’ospedale civile Santo Spirito di Pescara lanciando un crowfunding internazionale sulla piattaforma GoFundMe.

Millo accompagna il crowfunding con queste parole:

“Da molti anni vivo in Abruzzo, regione in cui ho costruito la mia carriera e la mia vita.

In questo momento particolare, sento che la mia regione ha bisogno del mio aiuto e dell’aiuto degli altri per poter superare l’emergenza sanitaria.

Noi tutti possiamo fare qualcosa e possiamo supportare concretamente i nostri medici e i nostri reparti di rianimazione!

Per questo motivo ho deciso di aiutare l’Azienda sanitaria di Pescara e nello specifico l’ospedale Santo Spirito che sta combattendo senza sosta dall’inizio dell’emergenza.

Occorrono attrezzature, materiale medico e dispositivi di sicurezza individuale.

Anche una piccola donazione può fare la differenza.

I fondi raccolti saranno direttamente devoluti all’ospedale per il rafforzamento della terapia intensiva”

In linea con lo stile dell’artista, fatto di pennellate fugaci in bianco e nero, denso di richiami al fumetto e all’illustrazione, dominato da una personale lettura della città e dell’ambiente urbano, in “Il cuore sopra tutto / The heart above all” spicca il rosso del cuore assemblato da due fanciulli con i frammenti delle architetture della città, cui solo i bambini possono dare nuova forma e rivestire con pennellate di acceso colore. Un cuore che nasce, tramite le pure mani dell’infanzia, da una città che appare destabilizzata, e che nascendo da essa la rinnova e la domina, divenendone centro visivo ed emotivo. Un cuore pulsante, come quello dell’artista Millo, che mette al servizio del bene della collettività la sua sensibilità ed il suo talento, per gratuitamente, donare.