Black lives matter: anche a Pescara un sit-in per George Floyd

Pescara. Anche Pescara aderisce alle manifestazioni anti-razziste Black lives matter, organizzate a livello globale come reazione alla morte di George Floyd avvenuta durante un’operazione di polizia in America.

Anpi Pescara insieme alla Rete Oltre il Ponte, rete di associazioni antifasciste abruzzesi, aderiscono e organizzano a Pescara la manifestazione indetta a livello nazionale da Rete della Conoscenza, Link, Arci e tantissime altre associazioni del mondo studentesco e del sindacato.

A Pescara il sit in si terrà sabato 6 Giugno in Piazza Sacro cuore alle ore 18, rispettando il distanziamento sociale e con i dovuti dispositivi di sicurezza individuali, per esprimere solidarietà alle proteste che stanno avvenendo in America e per richiedere “verità e giustizia sull’assassinio di George Floyd e tutte le vittime del razzismo e del suprematismo bianco”, come spiega una nota degli organizzatori

“In questo momento di forte ribellione e rifiuto verso l’oppressione e le disuguaglianze che sono ancora ben radicate nella nostra società, attivarsi e aderire alle proteste scoppiate in America è necessario più che mai”, prosegue la nota, “Bisogna prendere posizione e ribadire con convinzione il valore dell’antifascismo, dell’uguaglianza e dell’antirazzismo. Le istituzioni italiane non hanno ancora preso posizione perciò è fondamentalmente auto-organizzarsi per amplificare le voci delle oppresse e degli oppressi. Ciò che ha scaturito le odierne rivolte in America non nasce con la morte di George Floyd ma è un fenomeno molto più antico ed è necessario arginarlo con gli strumenti giusti”.