Pescara, i residenti denunciano spaccio e degrado: scoppiano 2 bombe in largo Baiocchi

Pescara. Due bombe carta sono esplose in Largo Baiocchi dopo che i residenti hanno denunciato la situazione di degrado e criminalità che è tornata a dilagare nel quartiere a ridosso di piazza Grue.

A riferirlo è Armando Foschi, presidente della Commissione Sicurezza del Comune, che solo lunedì scorso aveva ricevuto in seduta la segnalazione di alcuni residenti: “Non solo i disagi derivanti dagli schiamazzi notturni, dalla presenza di decine di giovani, delle vere e proprie bande, che usano le panchine installate per lo svago diurno di anziani e famiglie, come sito privilegiato dei propri bagordi alcolici fino a notte tarda, ma i cittadini hanno anche denunciato episodi ripetuti, continui, quotidiani di spaccio di droga e di consumo in loco di sostanze stupefacenti, una compravendita che avverrebbe, a detta dei cittadini stessi, all’aperto, anche alla luce del giorno, senza alcun timore né scrupolo di essere scoperti o sorpresi in flagranza”.

“Non solo – aggiunge Foschi – gli stessi residenti hanno denunciato aggressioni verbali nei confronti di chi tenta di allontanare le bande di ragazzi, o di farli tacere alle 2 o alle 3 di notte, per consentire il riposo anche dei bambini, una situazione che sta determinando un clima di terrore puro, inducendo un vero coprifuoco che è francamente intollerabile e inconcepibile dopo due mesi e mezzo di lockdown, che praticamente per i residenti di piazza dei Grue-Largo Baiocchi non è ancora finito”.

E dopo la denuncia, nelle ultime ore sono esplose 2 bombe carta, probabilmente un segnale intimidatorio all’indirizzo di chi denuncia: “La perfetta e incredibile coincidenza tra la denuncia dei residenti di Largo Baiocchi in Commissione Sicurezza e l’esplosione di due bombe carta nel quartiere solleva legittime preoccupazioni e sicuramente merita di essere investigata”, insiste Foschi, “e oggi, dopo la violenta recrudescenza dei fenomeni, rinnoviamo le proposte avanzate in quella sede: innanzitutto la trasmissione degli esposti al sindaco Masci e all’assessore Sulpizio affinchè si facciano portavoce del caso chiedendo l’immediata convocazione del Comitato prefettizio per l’Ordine pubblico e la Sicurezza. Quindi il coinvolgimento del Comandante della Polizia municipale Danilo Palestini per un rafforzamento immediato della vigilanza sul posto, mentre è evidente che, grazie al ribasso derivante dalla gara d’appalto, faremo in modo che la videosorveglianza con le nuove telecamere vengano estese anche in Largo Baiocchi e piazza dei Grue”.