Discarica Bussi: Edison ricorre in Cassazione

Bussi sul Tirino. Nuovo ricorso della multinazionale Edison, stavolta in Cassazione, contro la sentenza del Consiglio di Stato che a marzo ha riconosciuto la fondatezza dell’ordinanza con cui la Provincia di Pescara individua la società come responsabile dell’inquinamento del sito dove, nel 2007, fu scoperta a Bussi sul Tirino la cosiddetta discarica dei veleni.

Nel ricorso, i legali sostengono che esistono motivi di annullamento riguardanti la giurisdizione.

Intanto la Regione Abruzzo ha chiesto formalmente al ministero dell’Ambiente la restituzione del milione e mezzo di euro versato per la gara sulla bonifica delle discariche 2a e 2b: l’ente contesta i rilievi del Consiglio superiore dei Lavori pubblici che stanno alla base dell’annullamento d’ufficio predisposto dal dicastero e contro il quale protestano associazioni, Comune e Giunta regionale.