-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Pescara, 200 parcheggi sotto la ferrovia

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 30 Ottobre 2017 @ 0:42

parcheggio pagamentoPescara. Sarà Pescara Parcheggi a gestire, a partire da mercoledì prossimo, 16 aprile, i 211 nuovi posti auto a pagamento individuati sotto i due sottopassi ferroviari che collegano via Ferrari con via Bassani e Pavone, la strada che corre dinanzi all’ingresso della stazione centrale, e nell’area adiacente il Ferrhotel, sulle aree di risulta.

Parcheggiare in tali stalli costerà 50 centesimi per i primi trenta minuti, 1 euro per la mezz’ora successiva e solo dalla seconda ora scatteranno i 2 euro per ogni ora successiva.

“La ragione è chiara: in questo modo intendiamo agevolare la sosta breve di chi, magari, accompagna un congiunto, un amico, a prendere il treno, e ha bisogno di fermarsi solo per pochi minuti, trovando dunque conveniente la tariffa ‘fast’. Per chi, invece, ha bisogno di più tempo, ci sarà comunque la possibilità di lasciare l’auto sulle aree di risulta prospicienti, dove da mercoledì scorso si paga solo 1 euro per la prima ora e mezza di sosta”.

Lo hanno detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia e l’assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli ufficializzando il nuovo provvedimento approvato dalla giunta comunale.

BLASIOLI: NON CONVIENE

“Parcheggiare a questi prezzi nella nuova area a pagamento, posta a sud del passaggio pedonale tra la stazione nuova e la vecchia non converrà mai”. E’ la considerazione del consigliere comunale Pd Antonio Blasioli, che aggiunge: “Nel momento in cui il Comune ha praticato tariffe estremamente favorevoli a due metri di distanza, e cioè all’interno dell’area di risulta, dove è possibile parcheggiare con la tariffa di 0,50 € per la prima mezz’ora, 1 € per la seconda mezz’ora ed € 2,50 per l’intera giornata, chi parcheggerà in quell’area dove la tariffa è di 0,50 per la prima mezz’ora, 1 €. per la seconda mezz’ora e 2 €. per ogni ora successiva alla prima?”. 

“Era necessario mettere a pagamento anche quei posti auto sotto i due tunnel?”, conclude Blasioli, “Perché per esempio non pensare ad una sosta con disco orario per ottenere lo stesso risultato della rotazione del parcheggio?”.

 

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate