Penne, riapre la storica sede dell’Itc Marconi

Ultimo Aggiornamento: giovedì, 2 Novembre 2017 @ 12:12

Penne. Una partecipatissima inaugurazione quella di oggi, a Penne, per festeggiare la riapertura della succursale ‘S. Giovanni’ dell’Itc ‘G. Marconi’ attesa da studenti, docenti e dagli stessi cittadini della città vestina.

Dopo oltre 7 anni di chiusura dell’edificio, che necessitava di interventi di messa in sicurezza, la campanella della storica sede è tornata a suonare per gli studenti del corso Geometri e non solo.

Tante le autorità presenti: il sindaco della città di Penne, Rocco D’Alfonso; il consigliere provinciale, Ennio Napolitano; i sindaci dell’area vestina; il comandante provinciale dei carabinieri; docenti ed ex docenti; perfino la precedente dirigente scolastica Sanvitale, oggi preside dell’Aterno Manthoné.

Ma oltre a loro, gran parte della cittadinanza ha partecipato ad un evento che ha riportato il palazzo al suo storico splendore storico e architettonico.

Tre piani interamente ristrutturati, una dozzina di aule, pavimentazioni nuove e stanze luminose e adeguate.

“Entro fine mese, circa 100 studenti lasceranno la sede provvisoria di Corso Alessandrini”, ha dichiarato il presidente della provincia, Antonio Di Marco. “Non è stata una casualità la scelta che abbiamo fatto qui, a Penne, per riaprire la sede distaccata della scuola in centro storico. È stata una decisione condivisa e riflettuta”.

“Questo istituto per me rappresenta il cuore nuovo della vita scolastica della città: non avrebbe senso che i ragazzi di questa cittadina frequentassero un omologo corso di studi a Montesilvano o a Pescara. Qui c’è tutto quello che serve agli studenti, dalle strutture al corpo docente: il presidio del territorio non lo fanno solo le istituzioni, ma anche le famiglie”.

I lavori sono stati effettuati dalla ditta ‘Angelo De Cesaris’, di Francavilla al Mare in tre interventi distinti:

il primo intervento ha riguardato l’adeguamento sismico dell’edificio, per un importo di € 426.295,00 proveniente dal finanziamento: ‘Piano straordinario per la messa in sicurezza degli edifici scolastici – 2°Programma Stralcio’. Tempo di esecuzione: maggio 2009 – febbraio 2011;

nel secondo intervento sono stati eseguiti gli adeguamenti alla vigente normativa sulla sicurezza, con finanziamento della Cassa Depositi e Prestiti della Provincia pari a € 230.000,00. Tempo di esecuzione: maggio 2011 – gennaio 2013;

terzo ed ultimo l’intervento di completamento per la messa in sicurezza, con finanziamento ottenuto a seguito di una serie di vicissitudini burocratiche: inizialmente i fondi erano stati richiesti nell’ambito del ‘Decreto del Fare’, ma non furono ottenuti; poi reinserito nel Piano ‘Scuole Sicure’ e il fondo erogato è pari a € 332.000,00. Tempo di esecuzione: ottobre 2015 – marzo 2016.

Oggi l’edificio ristrutturato si presenta così: 11 Aule per la didattica; un locale per uffici con disimpegno; un locale per collaboratori scolastici; 3 locali pluriuso/magazzini/archivi; servizi igienici.