Pescara, alta velocità in via Di Sotto: previsti dissuasori e autovelox

Pescara. Previsti due interventi per la sicurezza stradale in via Di Sotto a seguito del sopralluogo svolto questa mattina da parte della commissione consiliare Lavori pubblici, presieduta da Piernicola Teodoro (Scegli Pescara – Lista Teodoro).

Gli interventi prevedono l’installazione dei dissuasori di velocità sull’asfalto (le strisce abrasive) e la sistemazione della rotatoria all’incrocio con salita Camerlengo, che in molti non percorrono proseguendo dritto in contromano: a richiedere il sopralluogo, in seguito ai numerosi casi di investimento di pedoni, era stato il consigliere comunale Massimiliano Pignoli (Scegli Pescara-Lista Teodoro) a seguito dei numerosi casi di investimento di pedoni.

“I dissuasori luminosi di velocità, la rotatoria e il limite a 30 chilometri orari non bastano per rendere sicura via di Sotto”, ha affermato Pignoli, “Per questa ragione con la lettera del presidente Teodoro all’assessore ai Lavori pubblici, Enzo Del Vecchio e ai tecnici comunali, chiederemo l’installazione dei dissuasori di velocità, ovvero le strisce abrasive e la sistemazione della rotatoria all’incrocio con salita Camerlengo. In via Di Sotto si viaggia a non meno di 50 chilometri orari ed è un’arteria principale per la viabilità dei Colli”.

“Scriverò anche una lettera alla polizia municipale e al relativo Settore del Comune per chiedere maggiori controlli e anche l’utilizzo delle pattuglie con l’autovelox” ha aggiunto Teodoro, che ha anche annunciato “Il 18 dicembre andremo a verificare la possibilità di apporre le strisce abrasive. Abbiamo anche eseguito un sopralluogo con in cittadini in via Caravaggio per la mancanza di segnaletica orizzontale e verticale e i problemi dell’alta velocità. Anche in via Rubicone all’incrocio con via Nenni e via Neto interverremo per risolvere i problemi relativi alla pericolosità”.

Teodoro annuncia novità anche per i lavori al sottopasso di Fontanelle:

“Ho ricevuto una lettera dall’assessore Del Vecchio ed entro il 20 dicembre dovrebbero terminare i lavori di sistemazione del sottopasso. Se tutto andrà bene per inizio dell’anno nuovo, dopo il collaudo, dovremmo avere anche l’ok della Procura per la riapertura”.