-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Pescara, “Ztl a pagamento per fare cassa”: le nuove regole per il parcheggio dei residenti

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 23:42

Pescara. “Lo stato economico finanziario in cui versa il Comune impone una accelerazione sul concetto di utilizzo dello spazio pubblico”, il sindaco Alessandrini cala le carte sulla questione parcheggi e ammette che la soluzione serve a sanare il bilancio in rosso: “La gratuità della sosta nelle aree di pregio e nei centri storici da tempo non è più concepibile”.

Lo ha ammesso stamani durante una conferenza stampa convocata sul tema dei parcheggi nelle zone di rilevanza urbanistica: “Qualunque città europea segue ormai questa regola”, ha aggiunto il primo cittadino, chiariamo quindi il punto per cui esistono aree di pregio interessate dalla nuova disciplina, ma anche aree adiacenti in cui permane la possibilità del parcheggio gratuito, in quanto nel quadrilatero interessato dalla nuova disciplina esistono più di 3.000 parcheggi gratuiti”.

Arriva, dunque, una nuova disciplina per la Ztl del centro anche per i residenti: “Prima esisteva la possibilità che dava diritto di accesso a una sola autovettura per nucleo famigliare, poi sostituita da un permesso con doppia targa – illustra il vicesindaco Enzo del Vecchio – Abbiamo ritenuto perciò che la disciplina dei parcheggi in zone centrali si riconducesse alla normalità riconoscendo il diritto al permesso per una sola autovettura. Non sono cambiate le regole: chi abita nella zona ZTL 1  e chi abita nelle arterie della sosta a pagamento potrà continuare a parcheggiare la propria autovettura, con una sola modifica: chi vorrà parcheggiare nella sua area di riferimento dovrà pagare un abbonamento mensile di 15 euro, che consente il parcheggio nella zone con sosta a pagamento e nelle zone a disco orario limitrofe. Inoltre restano a disposizione i parcheggi liberi presenti nella striscia di contorno, che sono in misura superiore a quelli che sono all’interno nella ZRU (914), quasi 4000. Per chi non fa l’abbonamento rimane la possibilità di parcheggiare nella zona a disco orario, gratuitamente e a tempo illimitato per la prima vettura, sempre muniti di permesso; per la seconda vettura si potrà effettuare l’abbonamento per la zona di riferimento o per l’area di risulta”.

Per la richiesta dell’abbonamento o del permesso sono operativi due uffici: il Comando della Polizia Municipale nella ZTL 1 e l’Urp all’interno del Comune, che rilasceranno un attestato per il rilascio degli abbonamenti ridotti da parte della Pescara Parcheggi spettanti ai residenti autorizzati nelle zone a pagamento A, B,C,D,E e P1, e il  tagliando per la sosta nella zona con Disco Orario spettante ai residenti autorizzati nella zona con disco orario medesima, nonché agli aventi diritto agli abbonamenti ridotti nelle zone A, B,C e P1 in alternativa agli abbonamenti stessi.

Le ulteriori novità sono: l’introduzione di una terza fascia oraria, dalle 21 alle 22, per l’Ingresso nella Ztl per chi ha il garage in quell’area; l’aumento del numero di targhe per i disabili residenti a Pescara da due a tre targhe e per i non residenti da una a due targhe; la comunicazione di massimo due targhe da parte delle testate giornalistiche che prestano servizio all’interno delle aree della ZTL; la modifica del ripristino della zona ZTL 3 ambientale con una maggiore estensione, la prima di Via De Amicis che da Via Regina Elena fino a Via dei Martiri Pennesi e la seconda di Via Regina Margherita, da Via Leopoldo Muzii a Corso Umberto I, con la chiusura dell’area al traffico il sabato e la domenica dalle ore 16:00 e l’eliminazione della distinzione tra periodo invernale e periodo estivo”.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate