-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Vediamoci in Poste a Sulmona

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 5:35

vediamociinpostesulmonaSulmona. Poste Italiane dà appuntamento ai cittadini di Sulmona. E lo fa direttamente nelll’ufficio postale di Piazza Brigata Maiella, ovvero l’ufficio che nei primi sette mesi del 2013 ha ottenuto il titolo di “Best Performer” tra i 1800 uffici tra Abruzzo, Lazio e Sardegna. Al primo “speciale appuntamento” hanno partecipato oggi, martedì 22 ottobre, anche il vicesindaco della città Luciano Marinucci, l’assessore all’Ambiente Anna Grazia Valdo, la vice presidente della Provincia dell’Aquila Antonella Di Nino e il presidente dell’Associazione culturale Giostra cavalleresca di Sulmona Domenico Taglieri.

A fare gli onori di casa il direttore dell’ufficio postale di Sulmona Osvaldo Lupi e la direttrice provinciale Roberta Iacovozzi. Per una settimana, fino al 26 ottobre, il Direttore dell’ufficio postale sarà a disposizione dei clienti con il suo staff, presso un “corner informativo” collocato all’interno della sala al pubblico. Uno spazio pensato ad hoc per la clientela, nato con il duplice obiettivo di comunicare ed ascoltare: non solo raccontare tutti i servizi e i prodotti offerti per migliorarne l’accesso e la fruizione dunque, ma soprattutto un filo diretto per accogliere esigenze e suggerimenti direttamente dagli utenti. L’ambizioso progetto, che oltre a Sulmona coinvolge altri quattro uffici postali in Abruzzo (Lanciano, Pescara, Montesilvano Spiaggia e Vasto), per un totale di trenta in Italia opportunamente selezionati, si chiama “Vediamoci in Poste”: una scelta che conferma la vocazione sociale e la tradizionale attitudine al dialogo con i cittadini da parte di Poste Italiane.

 

“Vediamoci in Poste” vuole essere anche l’occasione per presentare due novità: il “semaforo dinamico”, che riporta le fasce orarie ed i giorni caratterizzati da minore affluenza di pubblico e la lista degli uffici più vicini con indirizzi e orari, e la presenza in sala di “facilitatore” nei primi tre giorni di ogni mese, un punto di riferimento importante per accogliere i clienti e supportarli nelle operazioni da svolgere durante il periodo tradizionalmente caratterizzato da una maggiore affluenza.

 

Roberta Iacovozzi ha parlato dell’iniziativa: “Con questo progetto desideriamo conoscere i nostri clienti e anche noi vogliamo raccontarci a loro fornendo per ciascun target di riferimento una sorta di ‘libretto di istruzioni’ per migliorare la qualità e l’erogazione dei servizi offerti. Quello di Poste Italiane vuole essere un invito esteso a professionisti, pensionati, giovani, artigiani, cittadini stranieri, imprenditori e famiglie: siamo pronti ad ascoltare ed accogliere tutti. Penso ad esempio agli anziani e ai servizi loro dedicati, che in poco tempo nonostante qualche iniziale e comprensibile riserva stanno familiarizzando e bene con gli strumenti di pagamento e di prelevamento elettronici”. 

 

L’ufficio postale di Piazza Brigata Maiella eroga infatti mensilmente circa 1700 pensioni e di queste ben il 93% sono accreditate sul Libretto Postale (63%) oppure sul Conto Corrente BancoPosta (30%). Numerosi sono inoltre i titolari che hanno già associato gratuitamente al libretto una carta libretto che permette di riscuotere il rateo, o parte di esso, presso tutti gli sportelli postali e tutti gli ATM Postamat. A Sulmona, l’utilizzo della carta libretto è passato, solo allo sportello, dal 2 al 13% nei primi otto mesi del 2013, evidenziando un +550%. Una crescita costante che trova conferma in tutta la provincia e nella regione. Operazioni semplici ma anche veloci: con la carta libretto infatti non è più necessario compilare il modello previsto per il prelevamento ed il tempo si riduce a circa un terzo rispetto a quello che occorre con la richiesta scritta.

 

Osvaldo Lupi, che coordina uno staff di 24 risorse impiegate in varie mansioni, ha evidenziato altri numeri importanti: “Nel nostro ufficio tra gennaio e agosto 2012 e lo stesso periodo del 2013 i tempi medi di attesa tra un’operazione all’altra sono diminuiti di circa otto minuti. Una contrazione sensibile, resa possibile da una fruizione più razionale dei servizi e dei canali alternativi allo sportello come gli ATM, i servizi online per le operazioni più comuni e una serie di interventi che hanno migliorato la qualità dell’ufficio. Tra questi, ultimo in ordine di tempo, l’istituzione di uno sportello dedicato al solo pagamento dei bollettini di conto corrente”.

 

Sei sono gli sportelli operativi nell’ufficio postale di Piazza Brigata Maiella: due dedicati alla corrispondenza e quattro disponibili con i servizi finanziari di cui uno riservato ai titolari di Conto BancoPosta. Completano l’ufficio due sale consulenza (per finanziamenti e investimenti) e uno sportello automatico ATM Postamat accessibile 24 ore su 24.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate