Pescasseroli, una transumanza da bere e da ballare

Pescasseroli. Pescasseroli riaprirà i sentieri della transumanza. Lo farà sabato prossimo, 5 settembre, con un appuntamento di indubbio lustro. Per l’occasione, infatti, la locale Pro-loco, guidata da Gaetano Tarquinio, sotto l’egida della Amministrazione comunale, retta dal sindaco Luigi La Cesa, con la collaborazione del Consorzio di Tutela Vini Colline Teramane, è stata una giornata di musica, canti, balli e incontri di studio sulla via del Regio Tratturo, lo storico percorso che parte dalle montagne dell’Abruzzo e arriva fino al mare della Puglia. Un nuovo modo di intendere e conoscere le tradizioni e i suoni che si modificano lungo il percorso della transumanza, dal Saltarello alla Spallata per poi diventare Tammuriata e Tarantella. Un viaggio nuovo, una nuova visione metropolitana della musica Folk a cura dell’Orchestra Popolare del Saltarello.

I corsi, su prenotazione, sono aperti a tutti i livelli, per una conoscenza generale delle musiche della tradizione della transumanza; mentre per i più esperti il percorso formativo prevederà l’ampliamento del repertorio musicale e della tecnica strumentale:

-Fisarmonica e Organetto

-Zampogna e Ciaramella

-Percussioni

-Canto

-Danza

Il Mercatino artigianale con prodotti tipici e curiosità ci sarà dalle 9:00 alle 22:00. Il percorso itinerante enogastronomico ha due tipologie di starter kit con:

– gettoni per cibo e vino, calice con logo

– sacca porta calice con logo.

Il centro storico di Pescasseroli verrà contingentato per garantire distanziamento e sicurezza e, per partecipare all’evento itinerante enogastronomico alla scoperta di piatti tipici e cantine abruzzesi, bisogna per forza di cose prenotarsi rivolgendosi a:

-Ufficio IAT, in Via Principe di Napoli, 13, tel: 0863 910461;

-ProLoco Pescasseroli, Via della Chiesa tel: 0863 399803.