Sulmona e Roma per omaggiare il sommo poeta Ovidio con Siravo e Cavuti

Sulmona. Il connubio tra la città di Sulmona e la Capitale nel nome di Ovidio con il “Gala del CertamenOvidianumSulmonense” nella sala della “Protomoteca” in Campidoglio, a Roma con la partecipazione straordinaria dell’attore Edoardo Siravo e del compositore abruzzese Davide Cavuti.

 La delegazione sulmonese, guidata dal sindaco Annamaria Casini, con l’assessore regionale Andrea Gerosolimo, il presidente del comitato del Bimillenario, Raffaele Giannantonio, il dirigente dell’Istituto d’Istruzione Superiore Ovidio, Caterina Fantauzzi è stata ricevuta dal vice-sindaco e assessore alla Cultura del comune di RomaLuca Bergamo e dall’assessore alla scuola Laura Baldassarre. Subito dopo i saluti è stato messo in scenail recital poetico-musicale “Musa sola comes”, con le letture di brani di opere ovidiane da parte degli studenti del Liceo Ovidio e dei licei romani (al pianoforte si è esibita la docente Sabrina Cardone), con la partecipazione straordinaria dell’attore Edoardo Siravo e del compositore Davide Cavuti,direttore artistico della rassegna “Lectura Ovidii” che si sta svolgendo a Sulmona presso il Teatro Caniglia e che ha visto protagonisti attori del calibro di Michele Placido, Lino Guanciale, Giorgio Pasotti e Maddalena Crippa con l’organizzazione dell’Istituto Ovidio in collaborazione con il Comune di Sulmona.

 Molto apprezzata e applaudita la “Lectura” di Edoardo Siravoche ha commentato: “Ovidio èuno dei padri della poesiae i suoi versi sono di uno straordinario impatto emotivo – e ha conluso – Ovidio, nei suoi scritti, ci parla della vita dell’uomo di ogni età, della realtà e lo fa con la potenza e la capacità di comunicazione proprio del suo genio: la sua poesia è bellezza pura”.

 A seguire sono state consegnate le pergamene ai vincitori delle diciotto edizioni del Certamen, con l’esibizione al violino del vincitore della XVII edizione, lo studente americano JosiahMeadows.