L’Aquila, eroina in auto: fermati al casello autostradale

L’Aquila. La squadra mobile, all’uscita del casello autostradale L’Aquila Est in un servizio di controllo del territorio disposto dal Questore di L’Aquila per l’emergenza Covid 19, notava un’autovettura con a bordo due persone le quali, alla vista dei poliziotti, manifestavano un chiaro nervosismo e tentavano di occultare qualcosa nell’abitacolo.

 

Nel corso degli immediati accertamenti operati sui due soggetti, entrambi italiani, un 60enne e un 40enne  già conosciuti come assuntori di stupefacenti, gli operatori di Polizia  rinvenivano, all’interno dell’autovettura, due “dosi” di eroina per un peso lordo di circa 2,5 grammi e un ulteriore involucro di cellophane trasparente, con all’interno altri 35 grammi circa della stessa sostanza.

Gli investigatori della Squadra Mobile, pertanto, decidevano di effettuare un’approfondita perquisizione presso le abitazioni dei due soggetti che consentiva di rinvenire, nella dimora del sessantenne, già gravato da precedenti specifici, un bilancino di precisione digitale e 59 flaconi in vetro, da 20 mg ciascuno, contenenti metadone, quantità molto superiore a quella che il soggetto avrebbe potuto lecitamente detenere.

A seguito dell’attività investigativa svolta, i due soggetti sono stati arrestati e, su disposizione del Sostituto Procuratore Roberta D’Avolio, sono stati condotti nelle rispettive abitazioni in regime di detenzione domiciliare: entrambi dovranno rispondere dell’illecita detenzione dell’eroina mentre il solo sessantenne anche del  metadone.

 

L'Aquila, arresti per eroina

Gepostet von Abruzzo Cityrumors.it am Dienstag, 26. Mai 2020