Avezzano, manomette il braccialetto elettronico e poi aggredisce l’ex convivente

Nella scorsa notte il personale della squadra volante del commissariato di Avezzano ha proceduto all’arresto di M.C., 34enne con precedenti della comunità rom, per i reati di evasione, maltrattamenti, lesioni aggravate, violazione di domicilio e danneggiamento.

 

L’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico per i reati di maltrattamenti e lesioni in danno della sua ex convivente, nei confronti della quale aveva anche un divieto di avvicinamento, dopo aver manomesso il dispositivo elettronico di controllo e  commesso ulteriori reati nel corso della notte, si è recato nella frazione di Cese di Avezzano, nell’abitazione della donna, aggredendola e picchiandola con violenza.

Gli operatori di polizia immediatamente giunti sul posto, a seguito della richiesta di aiuto da parte della vittima, sono riusciti a bloccare il 34enne, che nel frattempo aveva aggredito anche due coniugi, vicini di casa, intervenuti in difesa della donna.

M.C. al termine degli adempimenti di rito è stato accompagnato nella casa circondariale di Lanciano.