-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

L’Aquila, raccolta firme per togliere rotaie e tralicci della metro

Ultimo Aggiornamento: sabato, 28 Ottobre 2017 @ 18:35

metroaqL’Aquila. Via le rotaie e i tralicci della metropolitana di superficie che si doveva realizzare a L’Aquila; no all’autoparco comunale nel sito della ex-rimessa. Per raggiungere questi obiettivi è stata avviata una raccolta firme promossa da Appello per L’Aquila, il Tavolo di Pettino, Policentrica, il Circolo Legambiente Abruzzo Beni Culturali, il Circolo ARCI Querencia e l’Associazione Bibliobus.

“Attualmente si è intrapresa la rimozione solo delle rotaie su viale Corrado IV per una spesa di circa 54 mila euro. I fondi svincolati in conseguenza dell’abbandono del progetto ammontano a 6 milioni di euro, che devono essere destinati alla mobilità urbana. Bene – dicono gli organizzatori della petizione – si attinga ai 6 milioni svincolati per rimuovere completamente i tralicci e le rotaie e per riqualificare strade e marciapiedi lungo il percorso. Se per i lavori su viale Corrado IV si sono spesi 54.000 euro, la somma necessaria a rimuovere le rotaie rimanenti non potrà essere superiore, esagerando, a mezzo milione di euro. La Giunta ha confermato che il Comune intende realizzare un autoparco al posto della ex rimessa, sita al quartiere di Pettino. Una simile scelta – osservano Movimenti e associazioni – non è assolutamente condivisibile: si continua a squalificare un’area già degradata – dicono – aggiungendo traffico e cemento invece che infrastrutture per l’aggregazione e la socialita’ del quartiere. L’ex rimessa si trova in mezzo ad una serie di terreni incolti che anche il nuovo PRG destina a verde attrezzato, a pochi passi dalle scuole, dalla parrocchia, dalle poste, dal cinema, da svariati esercizi commerciali; si trova, insomma, in quello che dovrebbe essere uno snodo fondamentale di aggregazione e socialità. Allora, ve bene riconvertire la rimessa, ma ad un uso coerente con le esigenze della periferia cittadina. La proposta è di sfruttare la struttura come copertura di un centro sportivo-ricreativo per ragazzi ed anziani”.

Chiunque fosse interessato a firmare o a raccogliere firme, potrà rivolgersi ai soggetti e movimenti che hanno lanciato l’iniziativa, ovvero contattarli all’indirizzo mail: petizione.metro@gmail.com

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate