Disperso sulla Majella messo in salvo dai finanzieri e CNSAS FOTO

Roccaraso. Intervento sulla Majella dei tecnici della Soccorso Alpino della Guardia di Finanza per soccorrere un disperso.

Poco dopo le 19.30 di ieri, è arrivata una chiamata per una persona dispersa nei pressi della cima di Pescofalcone sul massiccio della Majella. L’uomo, residente a Montesilvano, 32 anni, era uscito in mattinata con gli amici per un’escursione in montagna con le ciaspole. Partito dalla fraz. San Nicolao – Caramanico, verso le ore 16.00
era giunto sulla cima di Pescofalcone e, a causa della nebbia, ha perso il contatto dagli amici. Disorientato anziché tornare a valle è sconfinato nell’altro versante della Majella.

Quest’ultimi, preoccupati, hanno cominciato a cercarlo e hanno allertato la sala operativa del Corpo Forestale dello Stato. I finanzieri lo hanno ritrovato alle 01.30, infreddolito, ma in buona salute sul sentiero H1 lungo il vallone di santo Spirito che conduce a Fara San Martino. Accompagnato verso valle, è stato affidato agli amici che lo hanno portato alla propria abitazione.

Hanno partecipato alle operazioni: il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Roccaraso, il Corpo Forestale dello Stato ed il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo.

AGGIORNAMENTI. Nel pomeriggio di domenica operazione di recupero di un giovane sul monte Morrone, precisamente in località Rava della Cesa. L’escursionista è ferito a una gamba e ha difficoltà a muoversi. I tecnici del Cnsas la stanno raggiungendo.