Tunnel e ascensore di largo Barbella, Diego Ferrara: “Propaganda, l’apertura sotto elezioni. Dieci anni di danni per Chieti”

Chieti. “Un’opera fondamentale per la città non considerata, tenuta chiusa per dieci anni e ora, a poche settimane dal voto, riscoperta e valorizzata nella sua utilità. Un tempismo perfetto, quello di Di Primio e Di Stefano, che, guardacaso, adesso, in piena campagna elettorale, collaudano, tentando di inaugurarli, il tunnel e l’ascensore di largo Barbella. Pensavamo potesse intervenire un po’ di pudore di fronte a rituali di così manifesto clientelismo elettorale, e invece il centrodestra li rispolvera e riattualizza con nonchalance, magari pure nella convinzione che i cittadini di Chieti non colgano la coincidenza e ne traggano le dovute conseguenze.

Non ci fa specie l’atto di propaganda, alla quale ci hanno abituati da decenni, ma ci rattrista, perché mortifica la città di Chieti, il fatto che i cittadini, i visitatori e i turisti fino a oggi non abbiano avuto modo di utilizzare tale opera. Il tunnel e l’ascensore avrebbero favorito l’intero tessuto economico della città. Lasciarli lì, nell’incuria, per tutto questo tempo è stato ed è un gesto dannoso di cui l’amministrazione comunale di centrodestra dovrebbe dare conto, evitando per decenza tagli di nastro adesso piuttosto imbarazzanti”.

Lo dichiara il candidato a sindaco del centrosinistra, Diego Ferrara.