San Salvo, l’esito del Consiglio Comunale

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 30 Luglio 2021 @ 19:29

San Salvo. Il Consiglio comunale nell’odierna seduta con l’approvazione della variazione al bilancio di previsione finanziario 2021/2023, l’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2021 e il Documento unico di programmazione (Dup) si può di fatto dire conclusa la prima fase di verifica dei conti pubblici, senza nessun debito di bilancio e in una situazione di perfetto equilibrio a dimostrazione di una sana e oculata gestione dei conti pubblici.

Un risultato non da poco se si considerano le difficoltà legate alla programmazione – caratterizzata da una evidente incertezza dovuta alla emergenza Covid – che sono state superate, come dimostra il documento del Conto consuntivo, grazie alla capacità di gestire le voci di spesa, aumentata per via del Covid, e le voci di entrate, evidentemente contratte per via delle difficoltà economico-finanziaria dei cittadini e delle attività produttive per via della emergenza sanitaria. Gli ultimi mesi dell’esercizio finanziario 2020 sono poi stati caratterizzati dagli aiuti dello Stato che ha sopperito attraverso vari trasferimenti sia alle mancate entrate per il blocco delle riscossioni da accertamenti sia alle mancate entrate di competenze, oltre che a sopperire alle maggiori spese.

“Credo sia l’ultimo bilancio consuntivo dei miei mandati. In questi nove anni abbiamo portato avanti – commenta il sindaco Tiziana Magnacca – , con il sostegno dei gruppi di maggioranza e con la professionalità degli uffici del comune, un lavoro di grande rilievo prima di risanamento del bilancio, inizialmente afflitto da situazioni debitorie e gravato dai pericoli di contenziosi giudiziari di imponente valore – si ricordi le cause conto Icea per oltre 5 milioni di euro, con il Comune di Cupello per circa 900.000,00 euro, con la Sasi per oltre 600.000,00 euro, con Sabam – e poi un lavoro finalizzato a cogliere tutte le opportunità derivanti dalla riforma della contabilità pubblica (armonizzazione contabile), sempre attenti a rispettare i vincoli, i limiti, e le condizioni per un bilancio veritiero, sano e affidabile. Condizione quest’ultima per rendere operativo il Comune nella erogazione dei servizi – precisa il sindaco Magnacca – ed allontanare il rischio che errori o superficialità nella gestione del bilancio potessero tradursi in pregiudizi, anche fiscali, per i cittadini”.

Elemento da non sottovalutare evidenzia l’assessore ai Tributi Tonino Marcello: “In questi anni l’Amministrazione comunale di San Salvo ha mantenuto inalterata l’entrata delle tasse, non provvedendo a nessun aumento da ben 9 anni, e non imponendo nuove tassazioni, come ad esempio la tassa di soggiorno come ha fatto gran parte dei comuni costieri”.

La presidente delle Commissione Bilancio e Programmazione Carmen Di Filippantonio rileva: “Abbiamo sempre lavorato in armonia con l’organo esecutivo tenendo sempre come obiettivo primario quello della ottimizzazione della spesa, eliminazione quelle superflue con una gestione oculata delle entrate per non gravare nelle tasche dei nostri cittadini. Non è stato semplice tenuto conto di tutti i cambiamenti legislativi sul bilancio e sui tributi, che hanno cambiato nome, aspetto e sostanza in questi anni, soprattutto per la tassa rifiuti”.

Infine il Consiglio comunale ha provveduto all’approvazione regolamento del corpo di Polizia locale e al conferimento della cittadinanza onoraria al milite ignoto.