Pd San Salvo: ‘Una maggioranza troppo piena di sé per non ammettere la verità’

Ultimo Aggiornamento: martedì, 2 Aprile 2019 @ 1:12

San Salvo. “Parlare con una maggioranza che non entra mai nel merito delle risposte e che ogniqualvolta le si “sbattono” in faccia i fatti risponde sempre “picche”, è praticamente inutile”.

 Si legge così in una nota del Pd di San Salvo, che prosegue: “È inutile dunque ribadire alla maggioranza che il Comune di San Salvo ha usufruito sempre e solo di fondi regionali e nazionali stanziati dal centrosinistra per le opere realizzate.

 È inutile ribadire che la messa in sicurezza delle scuole e degli edifici pubblici – Municipio, scuola di via Ripalta, palestra di via Ripalta, scuola media “Salvo D’Acquisto”, pista ciclabile, asilo di via Verdi, skate park, nuovo Polo Scolastico– sono stati resi possibili dai fondi stanziati dalla Regione Abruzzo a guida Pd e dal Coni.

 È inutile ribadire che senza il bando “Scuole innovative” della riforma della “Buona Scuola” del Governo a guida Pd nessuna pietra si sarebbe potuta posare in via Melvin Jones.

 È inutile ribadire che nel piano triennale delle opere pubbliche 2019/2021 non è prevista nessuna vera opera pubblica. È inutile far notare alla maggioranza che la città sta cadendo a pezzi per l’assenza di manutenzione ordinaria e di decoro pubblico.

 È inutile far notare alla maggioranza che le strade cittadine sono diventate dei veri e propri colabrodi e che non riescono nemmeno a mettere una “pezza” d’asfalto. È inutile ribadire alla maggioranza che il Pd a differenza del centrodestra, il suo basso consenso elettorale lo ha compreso. È inutile ribadire alla maggioranza che il Pd a differenza del centrodestra non prende in giro i cittadini.

È inutile cercare di far capire alla maggioranza che nonostante “l’orda Salviniana” la maggioranza di centrodestra a San Salvo non è riuscita a far eleggere né la Magnacca al Parlamento – Forza Italia alla fine ha preferito il paracadutato Rotondi segno della scarsa fiducia che in Ella ripone – né la vicesindaca Travaglini, né l’assessore Marcello alla Regione Abruzzo.

È inutile far notare alla maggioranza che il Pd a San Salvo nelle ultime elezioni regionali senza nessun rappresentante locale ha preso l’8,93% e Forza Italia con la vicesindaca Travaglini candidata e la sindaca Magnacca a farle da traino ha preso solo l’8,57%, meno del Pd.
È inutile. La maggioranza non lo ammetterà mai. Troppo piena di sé per ammettere che i meriti sono degli altri.

Se, e infine, per la maggioranza il centrosinistra regionale ha creato e lasciato solo problemi, ora vedremo cosa farà l’Assessore Febbo per il territorio vastese. Ma i suoi comunicati stampa, come se stesse ancora all’opposizione, lasciano presagire quale sarà il futuro del vastese.
Intanto la Regione Abruzzo grazie al Pd è uscita dal commissariamento per la cattiva gestione della Giunta regionale a guida centrodestra, il San Pio di Vasto è Dea di I livello, c’è la Stroke Unit e quanto altro già precedentemente e più volte ribadito. Ma con un’amministrazione sorda è inutile continuare a parlare”.