Ortona, ‘violate regole e istituzioni’: il centrodestra scrive al prefetto

Ortona. “Altro che aiuti ad Ortona. Altro che emergenza sanitaria ed economica per famiglie e imprese. C’è da non crederci che in un momento così drammatico per le sorti di Ortona già spaventata e in piena crisi economica, il sindaco, i suoi assessori e maggioranza con il conforto di Pd ex Pd si incontrano, convocando solo tra di loro una riunione, senza darne notizia agli altri consiglieri di opposizione. Quando invece al Consiglio Comunale del 4 aprile il loro capigruppo si era impegnato a discutere, da quella stessa sera, con tutti i consiglieri delle modifiche al bilancio e dei provvedimenti da adottare”.

Si legge così in una nota dei consiglieri comunali Peppino Polidori, Angelo Di Nardo e Simonetta Schiazza, che prosegue: “Per chi vuole approfondire i fatti alleghiamo la lettera che ieri abbiamo inviato al Prefetto per denunciare cosa accade al Comune di Ortona.

Alle scorrettezze di modi e forme, alle carte fornite all’ultimo momento dal sindaco e di chi nell’ombra lo consiglia, c’eravamo abituati ma che si possa arrivare a tanto francamente era difficile immaginarlo. Il Sindaco sappia che c’è una opposizione vera che non si piega a nessun tentativo di alterare la trasparenza delle regole.

Oggi c’è una opposizione che denuncia gli impegni non mantenuti alla città, che denuncia conti non chiari e tutto ciò che non torna. Lo facciamo con i documenti non con le chiacchiere. Con cifre e riscontri.

È vergognoso che non si tenga una discussione in Consiglio Comunale, che da venerdì non si pubblichi il PEG, Piano Esecutivo di Gestione, che finora il sindaco e la sua giunta non hanno tenuto fede ad un solo impegno assunto in Consiglio. I cittadini devono sapere a che punto di bassezza istituzionale Ortona è stata trascinata per incapacità, per calcolo, per menzogna dei fatti.

Noi non saremo complici di chi sta portando Ortona al disastro evitando un corretto confronto istituzionale”.