Il Comune di Vasto aderisce al ‘Manifesto della comunicazione non ostile’

Menna e Bosco: il progetto di sensibilizzazione contro la violenza delle parole

Vasto. Il Comune di Vasto con delibera di Giunta n.11 del 25/01/2021 ha aderito al “Manifesto della comunicazione non ostile” promosso dell’associazione Parole O Stili che promuove l’iniziativa di rendere la rete un luogo accogliente e sicuro per tutti.

“Obiettivo di tale adesione – spiegano il sindaco Francesco Menna e l’assessore alle politiche scolastiche Anna Bosco – è far anche nostro il decalogo che declina dieci importanti principi e promuove progetti di sensibilizzazione contro la violenza delle parole. Crediamo che una scelta seppure semplice come questa, rappresenti il primo efficace passo per avere un ‘alfabeto dei modi’, che possa creare ponti e non muri; per questo vogliamo coinvolgere a breve le Scuole cittadine in questa campagna di sensibilizzazione con un concorso. La forma, a volte, è sostanza ed è anche il modo per caratterizzare la nostra presenza in ogni dibattito virtuale o reale . Siamo convinti che questo rappresenti la spinta originaria di un agire comune e per questo riteniamo che questa adesione sia a un regalo ed un impegno che reciprocamente ci scambiamo per continuare al meglio il nostro impegno per le tante cause che aspettano la nostra azione civile. Il Comune di Vasto è stato già inserito nella pagina web che raccoglie le adesioni degli attori pubblici del nostro Paese. Il manifesto è stato declinato per diversi ambiti: la politica, per la pubblica amministrazione, per le aziende, per l’ infanzia, per lo sport, per la scienza, per l’ inclusione.“

Tradotto in 30 lingue, e declinato in sei ambiti: politica, pubblica amministrazione, sport, educazione, aziende e scienza, il Manifesto ha ricevuto due medaglie del Presidente della Repubblica e vinto diversi premi.