Fossacesia, pubblicato l’Avviso per la nomina di scrutatore

Fossacesia. In occasione delle Referendum costituzionale del 20 e 21 settembre 2020 il Comune di Fossacesia ha proceduto a pubblicare sul proprio sito istituzionale (fossacesia.org) l’avviso e la relativa domanda rivolta ai cittadini che vorranno essere nominati scrutatori.

E’ possibile tra gli elettori iscritti all’albo degli scrutatori, aggiornato nel gennaio 2020. Le domande potranno essere scaricate dal sito fossacesia.org, oppure potranno essere ritirate presso l’Ufficio Elettorale Comunale, in via Marina, 18 aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12, ed il martedì e giovedì dalle ore 16:30 alle ore 18. Le richieste, indirizzate alla Commissione Elettorale del Comune di Fossacesia, potranno essere presentate all’Ufficio Protocollo, sempre in via Marina 18, nei giorni negli orari sopra specificati, oppure a mezzo posta elettronica certificata personale (PEC) al seguente indirizzo: comune@pec.fossacesia.org. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 di venerdì 26 agosto 2020 e il giorno 31 agosto, alle ore 18:30, in pubblica adunanza, la Commissione Elettorale esaminerà le richieste pervenute procederà alla nomina mediante sorteggio.

“Anche in questa occasione, considerando la crisi dell’occupazione che colpisce soprattutto i giovani e le condizioni di difficoltà economiche e sociali di molte famiglie, la priorità sarà data a disoccupati, iscritti nei Centri per l’impiego territoriali e agli studenti delle scuole superiori e università che non percepiscono alcun reddito da lavoro autonomo o dipendente – tiene a precisare il Sindaco, Enrico Di Giusepantonio -. E’ una scelta che abbiamo deciso anni fa e sulla quale insistiamo anche in occasione del Referendum del prossimo settembre. Tengo a precisare che tutto avverrà nella massima trasparenza: infatti, nonostante la legge da anni ha sostituito il metodo del sorteggio con la nomina discrezionale degli scrutatori, ho fatto approvare dai Consiglieri Comunali che il metodo del sorteggio fosse mantenuto. Mi auguro che la trasparenza si diffonda in tutte le istituzioni italiane“.