Elezioni Chieti, Paolo De Cesare presenta la lista ‘La Teatinità’: ‘Un pilastro del nostro progetto civico’

Chieti. “La Teatinità è una lista civica che rappresenta le varie anime della città ripartite sul territorio, una bellissima squadra che rappresenta un pilastro del progetto. Ringrazio di cuore il suo fondatore, l’ingener Giustino Angeloni, il quale mi ha affiancato ed è stato il mio mentore sin dall’inizio di questa battaglia di responsabilità e di massimo amore la quale stiamo conducendo per liberare la nostra Chieti dai soliti noti che da troppi anni la governano, e male.

Giustino è un giovane dentro, ha un esperienza amministrativa e manageriale di assoluto rilievo ed ha profuso un impegno continuo a favore dello sport cittadino prima come presidente della Calcio Chieti ed ora come patron della Pallavolo Teatina. Oggi, insieme a me, ha sentito il dovere di rimettersi in gioco ed ha composto una lista di donne e uomoni che con umiltà hanno e profondo spirito di servizio hanno raccolto la sfida, e di questo li ringrazio con affetto” le parole del candidato sindaco Paolo De Cesare nel corso della conferenza stanpa di presentazione della civica ‘La Teatinita’, cui ha preso la parola anche il fondatore e candidato Giustino Anheloni: “La mia adesione a questo progetto parte dalla indignazione che provo nel vedere la città come è stata ridotta. La competizione elettorale sarà dunque un referendum tra chi auspica di continuare in questa situazione, e mi riferisco al centrodestra, che è il ricettacolo di chi non vuole il cambiamento, e chi, noi, rappresenta il vero cambiamento. Quella di Paolo De Cesare è stata una vera e propria chiamata alle armi, ed io non potevo che rispondere ‘presente’, lo devo a lui che mi ha coinvolto dall’inizio ed a tutti coloro che hanno creduto in me in questi anni. Lo devo alla mia città, Chieti: in altri posti, pur avendo la centesima parte delle eccellenza che noi abbiamo costruiscono una fortuna, noi invece non siamo in grado di mettere a fattor comune queste cose e farle diventare ricchezza, pil. In questo contesto nasce la Teatinità: qualcosa di interiore, il modo individuale che ognuno ha di vivere Chieti che però produce un sentimento di appartenenza e fratellanza che genera obiettivi ed azioni comuni per il bene dell’intera collettività.

Noi siamo Chieti e tutti i suoi strati sociali, con i suoi punti di forza e di debolezza: con questo spirito dobbiamo lottare fino alla fine per ottenere il massimo risultato e, come dice il nostro candidato sindaco, riportare la vita a Chieti!”

In conclusione Paolo De Cesare ha ringraziato Angeloni, visibilmente commosso e sostenuto da un fragoroso applauso del pubblico presente, così come tutti i candidati della liste, elencandoli tutti con una breve presentazione per ognuno.

“Noi vinceremo perchè amiamo la nostra città e non dobbiamo dare conto a nessuno, dalla nostra parte ci sono solo cittadini di Chieti. Siamo l’unica proposta nuova e credibile, quello per noi è il vero voto utile.”