Elezioni Chieti, De Cesare: ‘L’Armonia d’Abruzzo eccellenza del territorio dimenticata dall’amministrazione comunale’

Chieti. “Un territorio come il nostro vanta numerose eccellenze, il dovere di chi lo governa è riconoscere loro considerazione, rispetto, sostegno, per far si che la città abbia visibilità ed ottenga riconoscimenti sportivi sempre maggiori e sempre più importanti.

E’ il caso dell’Armonia d’Abruzzo, società di serie A1 di ginnastica ritmica gestita dalla Prof.ssa Anna Mazziotti, qui presente, che può vantare otto scudetti Italiani ed atlete importantissime le quali negli anni hanno rappresentato la nostra nazionale in competizioni nazionali ed internazionali, su tutte le Olimpiadi: parliamo di una eccellenza che tutte le altre città Italiane ci invidiano, costretta a spostarsi a Pescara per potersi allenare.

Se eletto sindaco, porrò fine a questa situazione imbarazzante insieme a tutte le altre criticità che ho già evidenziato nel corso di questa campagna elettorale le quali sono legate a questo mondo.

A tal proposito nella nostra Agenda del Fare prevediamo la valorizzazione dello sport inteso anche come stile di vita salutare, mettendo a disposizione dei cittadini ambiti e strutture in cui praticarlo nella massima sicurezza; inoltre saremo sempre vicini alle associazioni ed alle società le quali, attraverso la propria attività quotidiana, rendono la città viva, intraprendente e, come nel caso dell’Armonia, destinataria di successi nazionali ed internazionali attraverso i risultati ottenuti” le parole del candidato sindaco Paolo De Cesare nel corso della conferenza stampa odierna indetta ad hoc, alla quale hanno preso parte, oltre alla Prof.ssa Mazziotti, i candidati consiglieri Silvia Di Pasquale (Chi Ama Chieti), Vincenzo Ginefra (Chieti C’è) e Francesca Di Valentino (Chieti C’è).

Emblematica la testimonianza della Prof.ssa Mazziotti, la quale, dimostrando la propria fiducia ed il proprio sostegno a favore del candidato De Cesare perchè “ha entusiasmo,energia e lo vedo molto competente e preparato”, ha parlato anche della propria situazione: “Da 50 anni mi dedico totalmente a questo sport, e l’unico sindaco che mi ha supportata concretamente è stato Cucullo. Nonostante tutto, grazie solo ai miei sforzi ed a quelli delle famiglie delle mie atlete, io porto sulle tute della mia squadra il nome della mia città, Chieti, in giro per il mondo. Le mie atlete sono state impegnate in ben sei Olimpiadi eppure nessuno mi ha mai ringraziato neanche con un mazzo di fiori.

Sfogo a parte, io, in nome e per conto dell’Armonia, chiedo solo di potermi allenare ed avere un rapporto costante e costruttivo con una amministrazione seria e risoluta: è emblematico che il CONI e la Federazione facciano affidamento su Chieti, cioè sull’Armonia, eppure l’Armonia non ho la possibilità di allenarsi a Chieti.

A me non piace la ribalta mediatica, io amo la mia disciplina e le mie ragazze e vorrei solo che il Comune aiuti questo sport olimpico ed allestisca un’esposizione permanente per celebrare tutti i titoli ed i riconoscimenti ottenuti dall’Armonia a beneficio del buon nome e della notorietà dell’intera città.

Anche perchè il nostro, ma tutti gli sport in generale, potrebbero garantire risvolti economici costanti ed importanti per Chieti, generando presenze costanti, dunque turisti, attraverso le manifestazioni organizzate. Faccio riferimento al premondiale ‘Coppa Città di Chieti’ che ho organizzato in un PalaTricalle pieno in ogni ordine di posto, con tutte le televisioni nazionali e locali presenti e gli alberghi ed i b&b della città totalmente prenotati. Ebbene, il trofeo per il vincitore l’ho dovuto comprare io, e nel corso della manifestazione nessun rappresentante del comune di Chieti si è presentato.”