Digitalizzazione: il Comune adotta l’App Chieti Welfare, attenzione e servizi in un clic

Si comincia con la distribuzione dei buoni spesa

Chieti. L’Amministrazione comunale ha dato il via al processo di transizione al digitale, un passaggio importante per la città e per il Comune in attuazione del decreto Semplificazioni (DL 76/2020) e seguendo le indicazioni del Codice per l’Amministrazione Digitale. Il processo, che consentirà di accorciare le distanze fra Comune e cittadini, aprendo la strada verso la completa digitalizzazione dei servizi dell’Ente, muoverà i suoi primi passi attraverso l’Applicazione “Smart.PA”, che sarà disponibile a breve su Google Play Store e App Store IOS. Si tratta di una App gratuita, contenente la rete dei servizi e delle opportunità offerti dall’Amministrazione.

COME FUNZIONA L’APP. L’Amministrazione ha deciso di inaugurare questo percorso rendendo operativo prima di tutto lo SPORTELLO DIGITALE, perché legato all’ambito sociale, che consentirà al cittadino di navigare liberamente nella mappa del WELFARE e di usufruire di agevolazioni presso negozi e servizi, presentare online domande per contributi e sussidi, informarsi e consultare le notizie più rilevanti, effettuare pagamenti, richiedere certificazioni che saranno restituite direttamente sul dispositivo.

L’accesso all’App sarà possibile, inserendo il codice fiscale e le proprie generalità.

I BUONI SPESA, IL PRIMO PASSO. Attraverso l’App sarà possibile presentare la domanda per ottenere i BUONI SPESA disposti dal DECRETO-LEGGE 23 novembre 2020. Sono diverse le motivazioni che ci hanno portato a scegliere questa opzione.

• Capillarità. Saremo in grado di raggiungere tutta la cittadinanza e non solo l’abituale utenza dei servizi sociali. Dato l’aumento delle situazioni di impoverimento, transitorie, ma reali, di una fetta più ampia della popolazione, è necessario adottare strategie più capillari di comunicazione ed erogazione dei sussidi (buoni spesa, e anche altre iniziative di sostegno in corso di progettazione) in modo rapido, automatico, equo e riservato.

• Immediatezza. I buoni, infatti, saranno erogati direttamente sulla APP e il cittadino potrà mostrare la schermata direttamente al commerciante. L’App inoltre consente di gestire un flusso di richieste più elevato.

• Sicurezza. Il terzo obiettivo è quello, non secondario in questo momento di emergenza sanitaria, di ridurre al minimo i contatti fra le persone e gli assembramenti che in passato si sono verificati con la consegna dei buoni cartacei.

• Facilità. È il quarto obiettivo: quello di abituare i cittadini ad usare uno strumento più agile, più semplice, rapido, comodo, flessibile ed efficiente di comunicazione con l’Amministrazione.

BUONI SPESA, NON SOLO APP. In caso di difficoltà di accesso alla APP, sarà possibile scaricare il modulo dal sito internet del Comune e ricevere assistenza piena per la compilazione e la presentazione della domanda presso il Segretariato sociale, il PUA e il

Pronto Intervento Sociale dell’Ente, oppure si potrà:

• scaricare il modulo dal sito;

• compilarlo e inviarlo via mail all’indirizzo: emergenza.covid19@comune.chieti.it

• oppure compilarlo e inviarlo a mezzo PEC all’indirizzo: protocollo@pec.comune.chieti.it

DESTINATARI. Possono presentare domanda di assegnazione dei buoni spesa i nuclei familiari, anche monoparentali, residenti nel Comune di Chieti che:

• hanno percepito, nei 30 giorni antecedenti la data di pubblicazione dell’Avviso, un reddito lordo complessivo mensile non superiore a 600 euro (da lavoro autonomo, lavoro dipendente, pensione, reddito di cittadinanza, altre forme di sostegno pubblico e reddito da rendite). Tale limite è aumentato di 100 euro per ciascun componente minore di età o disabile, fino ad un massimo di 1.000 euro;

• dispongono di conto corrente (bancario oppure postale) con saldo complessivo, alla data di pubblicazione dell’Avviso, inferiore a 3.000 euro per il primo componente del nucleo familiare, incrementato di 1.000 per ogni ulteriore componente fino ad un massimo di 8.000 euro. In presenza di più titolarità di conti correnti nello stesso nucleo famigliare si dovrà considerare la somma dei saldi di ogni conto.

IMPORTO DEL BENEFICIO. L’importo del beneficio, erogato in forma di buoni spesa del valore nominale di 25 euro ciascuno, è calcolato, sulla base del totale delle istanze pervenute e fino ad esaurimento delle risorse disponibili, con priorità in caso di incapienza dei fondi per i nuclei privi di qualunque forma di sostegno e/o con minor reddito, come segue:

– nuclei familiari unipersonali Euro 150 euro;

– nuclei familiari di due persone Euro 250 euro;

– nuclei familiari di tre persone Euro 350 euro;

– nuclei familiari di quattro persone Euro 400 euro;

– nuclei familiari di cinque persone e oltre Euro 500euro;

MODALITÀ DI UTILIZZO. I buoni spesa hanno un importo nominale di 25 euro ciascuno e possono essere utilizzati esclusivamente per l’acquisto delle seguenti tipologie di prodotti di prima necessità: generi alimentari, prodotti per neonati, detersivi, prodotti per l’igiene personale e degli ambienti. Non rientrano tra i beni acquistabili con il buono gli alcolici e i superalcolici; negli esercizi commerciali convenzionati con il Comune di Chieti.

L’OBIETTIVO: RECUPERARE IL DIGITAL DIVIDE DELL’ENTE. Per il Comune è un nuovo inizio, il processo è complesso, ma avrà tempi serrati, perché la digitalizzazione dell’Ente risente di un enorme ritardo che con grande sforzo la struttura sta cercando di recuperare, con la definizione di un piano attuativo per la digitalizzazione e l’individuazione di un responsabile della transizione digitale, che sarà affiancato da una task force di dipendenti a sostegno del processo.

Sappiamo che più del 70% dei cittadini italiani possiede e usa uno smartphone (fonte PEW research 2019), dunque, contando sulla solidarietà intergenerazionale, siamo convinti che il passaggio al digitale dei servizi non sarà problematico.

Il progetto pone al centro il cittadino, ed è finalizzato a promuovere un’interazione e un dialogo diretto tra Comune e la cittadinanza avendo innumerevoli potenzialità di utilizzo.