Comune di Chieti, somme decurtate da gettoni di presenza: interrogazione del centrodestra

Chieti. É stata presentata interrogazione a risposta in aula dai Gruppi di Centrodestra al Comune di Chieti Lega Salvini (Mario Colantonio,Fabrizio Di Stefano,Liberato Aceto,Emma Letta)-UDC (Mario De Lio) e Fratelli d’Italia (Carla Di Biase,Giuseppe Giampietro,Roberto Miscia),riguardante l’effettiva destinazione che hanno avuto le somme decurtate volontariamente dai gettoni di presenza spettanti ai singoli Consiglieri Comunali che dovevano essere devolute per l’emergenza COVID-19 ,quelle accantonate relative all’anno 2020 ed a finalità sociali, quelle accantonate relative all’anno 2021.
Questo è il testo dell’interrogazione:
Dove sono finite e perché non vengono assegnate in beneficienza le devoluzioni volontarie dei Consiglieri Comunali ?
   SI PREMETTE
– Che con delibera del C.C. n.28 del 10.12.2020 recante “Art.82 e s.m.i. del T.U. 267/2000 – determinazione gettoni di presenza da corrispondere ai consiglieri comunali” che ha rideterminato l’importo del gettone di presenza per la partecipazione alle sedute del Consiglio Comunale ed alle Commissioni consiliari permanenti ( atto conseguente alla delibera di Giunta Comunale N.19 del 10.11.2020 che ,di fatto, aveva aumentato l’indennità del Sindaco, Giunta ed Amministratori Comunali), l’INTERO CONSIGLIO COMUNALE, nella stessa delibera, aveva espresso la volontà unanime di destinare la decurtazione quantificata in € 12,56, per ogni gettone di presenza (pari al 7%+7%), ad attività per l’emergenza COVID-19 per l’anno 2020 e a partire dall’anno successivo (2021) favore di attività sociali .
– Che sia in sede della seduta di Consiglio ed anche successivamente era stata resa nota la somma da devolvere per l’anno 2020 pari ad € 5.426,52,con grande soddisfazione del Presidente del Consiglio e dei Consiglieri Comunali tutti ,per il “nobile gesto”
– Che dalla presa visione delle determinazioni redatte mensilmente dalla “Segreteria Generale”  eventi per oggetto “Impegno e liquidazione gettoni di presenza consiglieri comunali -mese di riferimento- “si evince che non sono riportati gli importi relativi alla devoluzione delle somme degli stessi consiglieri comunali ,cosi come non è specificato alcun accantonamento;
         .   Che in sede di riunione dei capigruppo ,tenutasi il 12 c.m.a. ,a precisazioni richieste al
             Segretario Comunale sulla specifica materia e documentazione, veniva riferito che le somme
             derivanti  dalle devoluzioni volontarie, erano accantonate in un “non ben specificato fondo” a
              disposizione dell’Amministrazione , riconducendo l’azione ad una presunta obbligatorietà dettata
              dalla  procedura di pre-dissesto in itinere;
– Che quanto appurato ed appreso dai C.C. è totalmente contrastante con la volontà espressa dai singoli Consiglieri Comunali nel votare la Delibera di C.C. n.28 del 10.12.2020 ,in quanto l’efficacia e l’effetto dell’atto non si concretizza con una CONCRETA BENEFICIENZA ,rendendo tutta l’attività economica delle somme DEVOLUTE VOLONTARIAMENTE non trasparente
– Che ad oggi non risultano consegnati atti e notizie richieste dai Consiglieri Comunali con specifico “accesso agli atti”;
        PER QUANTO PREMESSO
   Interrogano il Signor SINDACO DEL COMUNE DI CHIETI su quanto segue:
–  A quanto ammonta l’effettiva somma delle devoluzioni delle spettanze di ogni consigliere comunali
    effettuate alla “fonte” dalla Segreteria Generale  da inizio mandato al 31 dicembre 2020 e su quale
    capitolo di bilancio risulta accantonata ?
 – perché la somma riscontrata non è stata devoluta per l’emergenza COVID-19 contravvenendo a quanto
    stabilito e votata dal C.C. con Delibera N.28 del10.12.2020 anche in considerazione che il pre-dissesto
     non viene ancora dichiarato ?
–  A quanto ammonta l’effettiva somma delle devoluzioni delle spettanze di ogni consigliere comunali
    effettuate alla “fonte” dalla Segreteria Generale dal 01.01.21 al  31.03.21 e su quale capitolo di bilancio
    risulta accantonata ?
– perché la somma riscontrata non è stata devoluta per finalità sociali disattendendo a quanto stabilito e votata dal C.C. con Delibera N.28 del10.12.2020 anche in considerazione che il pre-dissesto, alla data odierna, non viene ancora dichiarato ?
– Quali sono le reali intenzioni e quando bisognerà attendere , affinché i Consiglieri Comunali possano vedere realizzate le legittime aspettative di devoluzione in “beneficienza “ delle somme volontariamente decurtate dalle loro spettanze ?