Comune di Chieti, aumenta l’Imu: insorge Fratelli d’Italia

Chieti. “Alla luce della commissione consiliare bilancio, appena conclusasi in Comune, rimaniamo basiti e mostriamo tutto il nostro dissenso rispetto alla scelta dell’amministrazione di aumentare l’imposta municipale unica (IMU).

Scelta che vede maggiormente colpite le attività produttive, per cui le aliquote sono state addirittura raddoppiate. Capiamo bene il gioco delle parti per cui l’attuale amministrazione tende a scaricare le proprie responsabilità sulla precedente amministrazione, ma ci troviamo di fronte ad una scelta attuata all’interno di un ‘altra scelta già di per sé sbagliata, voluta fortemente dal Sindaco Ferrara e dalla sua maggioranza. Non solo non approviamo politicamente la scelta del Predissesto, ma riteniamo gravissimo, all’interno di questa costruzione, vessare categorie già provate e colpite dalla pandemia in corso. Rimane di fatto inascoltato il grido di allarme lanciato dalle associazioni che già durante il tavolo prefettizio hanno descritto le difficoltà dovute da perdita di fatturato, di liquidità, di difficoltà di credito e della vessazione di tasse e imposte.

Fratelli d’Italia, che già ha presentato una mozione a favore di tali categorie, chiederà all’assessore Pantalone, di rispondere di tale comportamento descrivendo quanto da lui fatto per evitare tale atto scellerato. Altra categoria colpita infatti sono le famiglie, le quali vedranno aumentate del 15% il costo della mensa. Tali scelte che non condividiamo vedono colpite le fasce più deboli. Un atto di per se grave ma reso ancor più gravoso se si pensa che viene attuato da chi aveva promesso contributi, aiuti, nuovi nidi e scuolabus. È proprio vero Mala tempora currunt sed peiora parantur. Sicuramente la fortuna è avere in mano buone carte, ma la bravura è giocare al meglio una mano scarsa e non colpire a caso.” Lo affermano in una nota i consiglieri comunali di Chieti di Fratelli d’Italia.