Chieti Scalo, bagni pubblici fuori servizio. Aceto: ‘Allora avevo ragione’

Chieti. “In data 6 Marzo 2021 comunicai ai cittadini di Chieti attraverso gli organi di stampa e i social il mio dissenso sulla riapertura dei Bagni Pubblici nella nostra Città in un momento particolarmente difficile come quello della Pandemia da Covid-19.

Non ottenendo risposte dall’Amministrazione Comunale mi rivolsi agli organi competenti affinchè provvedessero a controllare se nella riapertura fossero state rispettate tutte le norme anti-Covid-19 a tutela della salute dei nostri concittadini.

Oggi scopro per caso che a Chieti Scalo in località Piazzale Marconi i Bagni Pubblici appena riaperti, senza osservare e rispettare le regole necessarie per evitare il contagio da coronavirus, sono chiusi con la semplice scritta a penna su un foglio bianco “BAGNI FUORI SERVIZIO”. ALLORA AVEVO RAGIONE!!!

C’era qualcosa che non andava e piuttosto che lanciare qualche battutina infelice su riferimenti a testate giornalistiche nazionali e internazionali fatte dal sottoscritto in merito a usi e costumi di Paesi forse un po’ più “civili” del nostro qualche componente della maggioranza dovrebbe chiedere scusa e forse spogliarsi di quella veste “populista” e demagogica che ha indossato durante la campagna elettorale e che non riesce ancora togliersi di dosso.

Hanno detto che per anni nell’attività amministrativa noi di centrodestra non abbiamo mai riaperto i bagni pubblici, e loro sono stati criticati nel momento in cui lo hanno fatto.

In una sana e costruttiva democrazia le critiche sono salutari per la crescita e lo sviluppo di una comunità.

In particolare ciò che mi sta a cuore è la salute dei miei concittadini sia come Amministratore che come Medico e in tal senso sono pronto ad accettare le critiche per il mio operato come dovrebbe essere per chi è attualmente alla guida della Città.

In tal senso reitero la mia condanna sulla riapertura sconsiderata dei Bagni Pubblici senza aver messo in campo iniziative in linea con le vigenti norme sanitarie di prevenzione della diffusione dei contagi da Covid-19.

Tutto questo dovrebbe saperlo il Sindaco e l’Assessore alla Sanità che anche in qualità di Operatori Sanitari sono tra i primi baluardi nella difesa della salute dei Teatini in un tempo particolarmente difficile come la Pandemia”. Lo afferma in una nota il consigliere comunale della Lega, Liberato Aceto.