Chieti, il Trenino della Felicità della Villa Comunale di Remo Stampone

Chieti. Un romantico tuffo nel passato , quando a Chieti a cavallo tra gli anni settanta – ottanta, l’ex agente di polizia municipale Moresco, che aveva anche una bottega di biciclette alla Trinità, si inventò il trenino alla Villa Comunale, per la gioia di grandi e piccini.

È una delle idee dell’ esponente dell’Udc Remo Stampone, candidato alle prossime elezioni di Settembre per il rinnovo del Consiglio Comunale di Chieti.

Afferma Stampone: “In questi anni ho organizzato diversi eventi per la mia città con il principale scopo di ricreare attrattiva in un contesto cittadino oramai spento e demotivato. L’idea di far rinascere il trenino della Villa Comunale nasce dall’entusiasmo dimostrato dai cittadini nella rievocazione di questo ricordo storico che ha accompagnato gli anni della maggior parte della gioventù”.

In tantissime città, solo per citarne alcune, come L’ Aquila, Ascoli Piceno, Lecce, Messina, Matera, Catania, Genova, viene presentato il trenino explorer che accompagna i turisti alla visita delle bellezze storico – architettoniche. La città di Chieti, che ha un patrimonio invidiabile, ben si presta a questo mezzo che rappresenta esso stesso una attrattiva.

La mia idea è quella di un trenino elettrico a impatto zero per l’ambiente, realizzabile con la sinergia tra sponsor privati e le società di mobilità urbana in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Il programma del “Trenino della felicità” inizialmente prevedrebbe il suo utilizzo nei fine settimana, con partenza dalla fontana di villa Frigerj , con a due passi il Museo Archeologico Nazionale, tappe alla Trinità per il Museo Universitario, le Terme, il Teatro, i Tempietti e l’Anfiteatro romano, il Palazzo De Majo, il Museo Barbella, la Cattedrale, il Teatro Marrucino, attraverso il nostro meraviglioso Corso Marrucino.

Chiude Stampone: “Sono convinto che i cittadini accoglieranno di buon grado questa iniziativa, che rappresenta soprattutto uno strumento valido di promozione delle attività commerciali cittadine che volessero sponsorizzare con banner pubblicitari posti sulle fiancate delle carrozze, contestualmente a dépliant e materiale informativo sulle tappe da visitare in città e i luoghi consigliati per la ristorazione, a disposizione del turista”.