Chieti, Consulta delle associazioni: appello del vicesindaco De Cesare

“È importante che le realtà associative cittadine aderiscano entro il 22 aprile, sarà un organismo strategico per la città”

Chieti. Si potrà aderire fino al 22 aprile alla ricognizione straordinaria delle forme associative presenti sul territorio, voluta dall’Amministrazione per l’aggiornamento dell’Albo delle Associazioni, settore Cultura, beni culturali e ambiente, per la ricostituzione della Consulta della Cultura.

“Si tratta di un avviso nato per ricostituire la Consulta, portando regole certe e organizzando tutte le realtà attive in città – spiega il vicesindaco e assessore alla Cultura Paolo De Cesare – Ci sono ancora diversi giorni per aderire, farlo è indispensabile, perché la Consulta sarà un organismo con cui il Comune si interfaccerà costantemente nel programmare la vita culturale cittadina, condividere scelte e confrontarsi sulla politica amministrativa del settore, che sarà una delle filiere chiave della ripartenza.

L’accesso è possibile sia in via telematica tramite la APP SmartPA del Comune di Chieti, ma si potrà anche scaricare il modulo dal sito del Comune e inviarlo alla mail protocollo@pec.comune.chieti.it, oppure portarlo o recapitarlo entro le 14 del 22 aprile all’Ufficio Cultura del Comune.

Ricostituita la Consulta, daremo vita a un vero e proprio coordinamento che sarà una sorta di braccio operativo dell’Amministrazione in materia culturale. Ci aspetta un grande lavoro, dobbiamo cercare di porre le basi per poter agire con tempi rapidi e con un’azione efficace, in vista anche delle risorse che arriveranno dall’Europa anche per il settore culturale, un campo su cui puntiamo, perché consideriamo la storia e le tante presente artistiche e culturali della nostra città un patrimonio straordinario che non può restare inerte”.