-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Francavilla, pagamento Tares: Alibertini replica a Moroni

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 27 Ottobre 2017 @ 15:51

comune_di_francavilla_al_mareFrancavilla al Mare. “Non è vero che abbiamo chiesto addizionali non dovute e quindi non è vero che i cittadini possono chiedere rimborsi o applicare autoriduzioni. Il consigliere provinciale e comunale Moroni fa confusione spaventando e disorientando i cittadini proprio sotto le festività natalizie”.

Lo dichiara l’assessore comunale al Bilancio, Rocco Alibertini, che aggiunge: “La legge 124/2013, al comma 4-quater dell’articolo 5, ha derogato l’articolo richiamato dal Consigliere Moroni, disponendo che: ‘In deroga a quanto stabilito dall’articolo 14, comma 46, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 convertito con modificazioni dalla legge n. 214 del 22/12/2011 per il 2013 – anno di applicazione della Tares – il Comune, con provvedimento da adottare entro il termine fissato per l’approvazione del bilancio di previsione – 30/11/2013 – può determinare i costi di servizio e le relative tariffe sulla base dei criteri previsti e applicati nel 2012 con riferimento al regime di prelievo in vigore in tale anno’( Tarsu 2012)”.
“In forza della predetta legge – sottolinea l’assessore Alibertini – il Comune di Francavilla al Mare, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 90 del 12/11/2013, ha approvato all’unanimità dei presenti gli stessi criteri tariffari e lo stesso regime di prelievo previsti e in vigore con la Tarsu 2012. L’ex Eca continua pertanto ad essere dovuta anche nel 2013 in quanto, come recita la norma sopra richiamata, era prevista ed applicata nel 2012. Ricordo che per quest’anno – continua l’assessore al Bilancio – grazie alla riduzione dei costi del servizio della raccolta rifiuti, è stato possibile raggiungere la copertura del 100% dei costi stessi, mantenendo invariate le tariffe a carico dei cittadini, ad esclusione dell’aumento dei contributi statali e provinciali previsti rispettivamente da Stato e Provincia. E proprio sull’aumento dall’1% al 5% dell’addizionale provinciale deliberato dal Consiglio Provinciale di Chieti – conclude Rocco Alibertini – chiederei lumi al consigliere Pprovinciale Moroni, considerato che detto aumento pesa sulle tasche dei cittadini francavillesi per circa 200 mila euro”.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate