Francavilla, nuovo sito istituzionale del Comune

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 12:08

comune_di_francavilla_al_mareFrancavilla al Mare. Una nuova veste grafica, snella e facile da consultare per il nuovo portale istituzionale del Comune di Francavilla al Mare. Si tratta di un portale al passo con i tempi e soprattutto in linea con i principi guida fissati dal Governo e riguardanti la trasparenza della comunicazione istituzionale sul web.

La “Bussola della Trasparenza” valuta, in una scala da 1 a 43, la trasparenza dei siti istituzionali: “Il nuovo portale Internet del Comune di Francavilla – spiega l’assessore all’Informatica Rocco Alibertini – raggiunge il voto massimo, ovvero 43”. E’ una tangibile dimostrazione del costante lavoro della nostra amministrazione, un lavoro che ha, come linee guida, la trasparenza e l’efficienza, perché le esigenze dei cittadini, le loro istanze, l’informazione veloce e puntuale al pubblico sono condizioni imprescindibili per migliorare il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione”. “Uno degli obiettivi fondamentali è trasformare, attraverso l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione le relazioni interne ed esterne del Comune, con il fine di migliorare l’erogazione dei servizi e la partecipazione della società civile alla vita democratica. La partecipazione viaggia, dunque, di pari passo con un altro concetto fondamentale: la trasparenza. La trasparenza, intesa come accessibilità totale, trova naturale attuazione, nell’era digitale, con la pubblicazione sul sito web istituzionale delle informazioni circa ogni aspetto dell’organizzazione”. Comunque – conclude Alibertini – il nostro lavoro non si esaurirà con l’attivazione online del nuovo portale istituzionale. Lo miglioreremo, lo aggiorneremo e lo cureremo in ogni minimo particolare e in maniera costante, perché la comunicazione istituzionale online permette alle istituzioni di dialogare con i cittadini, di rilevare facilmente i loro bisogni, il loro gradimento dei servizi e delle informazioni diffuse, affiancandosi alle modalità più tradizionali di informazione e di erogazione dei servizi”.