Discussione negata per le Foibe a Fara San Martino

Fara San Martino. Questo che segue è il testo della nota inviata oggi al Sindaco di Fara San Martino (e al Segretario Comunale), oltre che a S.E. il Prefetto, per reiterare la richiesta di iscrizione per la discussione in Consiglio Comunale di un Odg sulle Foibe e sulla Giornata del Ricordo, istituita con Legge 92 del 2004.

 “Si invia nuovamente all’attenzione di Sindaco e Segretario Comunale l’allegato Odg sulle “Foibe e sulla ricorrenza nazionale del 10 febbraio” istituita con Legge dello Stato, di cui ci è stata negatal’iscrizione all’odg del Consiglio Comunale perché (testuale, allegato) ‘..l’amministrazione non si riconosce nelle motivazioni addotte dai consiglieri…..’. Lo scopo della presentazione di un ordine del giorno è quello di discutere di un argomento e favorire a riguardo l’impegno di Sindaco e Giunta. La condivisione “politica” di argomenti motivazioni e conclusioni non può quindi essere decisa dal Sindaco ‘a tavolino’ ma nell’assise Consigliare. Per aiutare le SS.VV. ad una più lucida e ponderata decisione, alleghiamo la nota di S.E. Il Prefetto Dott. Antonio Corona a riguardo.“

 “Il Sindaco – commenta il capogruppo de L’Aquilone in Consiglio Comunale a Fara San Martino, Antonio Tavani – ci ha negato la discussone in Consiglio Comunale “perché non condivide l’odg”. Ogni commento ulteriore sull’ignoranza scientifica e negazionista di questo Sindaco è superfluo”.