Torricella Peligna ospita il Cast – Club Automoto Storiche di Teramo: appuntamento all’11 agosto

Archiviata l’edizione 2019 di “Sogni In Movimento e arie sotto le Stelle“, il clou della stagione estiva sarà festeggiato dagli appassionati di auto storiche a Torricella Peligna (CH), tra le città decorate al valor militare per la guerra di liberazione.

L’appuntamento è per domenica 11 agosto, con il raduno “La Brigata Maiella e il comandante Ettore Troilo”, promosso dal Cast – Club Automoto Storiche Teramo, con il patrocinio del locale Comune e dell’Asi (Automotoclub Storico Italiano). Il ritrovo degli equipaggi è programmato al Breaking Hotel di Mosciano Sant’Angelo (TE), da cui partirà il tour verso il Chietino.

«Scopriremo alcuni luoghi importanti per la storia contemporanea, a cominciare dal suggestivo borgo abruzzese di Torricella Peligna – che diede i natali al fondatore della Brigata – viaggiando tra le valli del Sangro e dell’Aventino, con la vista della Maiella da un alto e quella del mare Adriatico dall’altro», spiega Carmine Cellinese, presidente del Cast, «Il patriota Ettore Troilo, originario del posto, fu il comandante di quella che divenne poi nota come Brigata Maiella, formazione attiva durante la seconda guerra mondiale che diede un contributo importante per la resistenza italiana. Sarà una domenica all’insegna dell’imprescindibile connubio tra motorismo storico e cultura che caratterizza da sempre i nostri eventi a firma Cast».

Una volta giunti a Torricella Peligna, le vetture storiche saranno esposte lungo corso Umberto I. Seguirà una visita guidata della parte storica del paese e dei luoghi della Brigata Maiella. I partecipanti potranno poi visitare le “Puteche aperte”, antiche botteghe sul corso adibite a sale espositive di pittura, scultura e prodotti tipici. La mattinata e la prima parte della giornata si chiuderanno con un momento conviviale nel Ristorante Hotel Paradiso. Nel pomeriggio il corteo di auto storiche riprenderà il proprio cammino, proseguendo alla volta della vicina Gessopalena, borgo dal passato antico che deve il suo nome ad un’importante risorsa, il gesso, dei cui cristalli è ricca la zona e che influenzò fortemente l’economia locale. Sul suo territorio nel 1944 si compí un efferato eccidio, perpetrato dai nazisti ai danni della popolazione locale, che diede ulteriore spunto per la nascita della Brigata Maiella. Qui si terrà la seconda parte della manifestazione con la visita guidata del “paese vecchio”, il tutto accompagnato da discussioni e testimonianze dell’ultimo conflitto mondiale.