Torino di Sangro, prima edizione delle Giornate FAI all’aperto

Chieti. Sabato 27 e domenica 28 giugno, tornano le Giornate FAI, in un’edizione speciale e con un format completamente diverso dal solito.

Le visite saranno consentite in gruppi ristretti, solo su prenotazione obbligatoria online – fino ad esaurimento posti e fino alle ore 15 di venerdì 26 giugno – per consentire a tutti di partecipare all’evento nella massima sicurezza e nel rispetto delle regole definite dal Governo.

Con il patrocinio del Comune di Torino di Sangro e la collaborazione di Legambiente Abruzzo, la Delegazione FAI di Vasto porta all’attenzione del grande pubblico, in questa prima edizione delle Giornate FAI all’Aperto, due luoghi di grande interesse paesaggistico-ambientale e storico del nostro territorio: la Riserva naturale regionale Lecceta e il Cimitero militare britannico, a Torino di Sangro.

Con partenza dal Centro Visite della Lecceta, le guide ambientali AIGAE della cooperativa Terracoste accompagneranno i visitatori alla scoperta di uno dei rari boschi litoranei relitti dell’Adriatico, detto anticamente “bosco di Terracoste”, composto per lo più da lecci, roverelle e cerri, col sottobosco di macchia mediterranea.

Ricca è l’avifauna con circa 60 specie di uccelli, fra cui la capinera, l’occhiocotto, il rigogolo, il codibugnolo e il gruccione. La Lecceta è l’habitat naturale della testuggine terrestre, scelta anche come simbolo della Riserva, e sarà molto facile incontrarla.

Il percorso prevede una sosta presso il Cimitero militare britannico, progettato dall’architetto inglese Louis de Soissons.

Questo meraviglioso “giardino”, gestito e curato in ogni dettaglio dalla Commonwealth War Graves Commission (CWGC), accoglie le spoglie di 2617 militari provenienti dai territori del Commonwealth britannico.

Qui i visitatori avranno l’opportunità di ascoltare il racconto dello storico Francesco Di Cintio, guida accreditata dell’International Guild of the Battlefield Guides, che riporterà alla memoria gli eventi più significativi del secondo conflitto bellico che hanno avuto luogo nel nostro territorio.

Questa edizione speciale delle Giornate FAI all’aperto è una fondamentale occasione di raccolta fondi, che saranno interamente destinati alle attività istituzionali della Fondazione.
La raccolta contributi avverrà all’atto di prenotazione, con la richiesta di un contributo per il FAI: 3€ per Iscritto FAI, 5€ per non iscritto FAI. Ma i visitatori potranno offrire un contributo più alto, sia al momento della prenotazione che nei luoghi visitati, un gesto di generosità che dimostra l’amore nei confronti del nostro Paese e un aiuto per il mondo culturale che ora più che mai ha bisogno di essere tutelato e protetto.

Inoltre, ci si potrà iscrivere al FAI presso i luoghi con la quota agevolata a -10€.