Per il terzo anno consecutivo Ortona ottiene il riconoscimento di ‘Città che legge’

Ortona. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha reso noto sul proprio sito istituzionale l’elenco delle città alle quali è stato attribuito il prestigioso riconoscimento di “Città che legge” per il 2020-2021, tra queste si conferma Ortona per il terzo anno consecutivo. Promosso dal Mibact e dall’Associazione Nazionale Comuni d’Italia, il riconoscimento seleziona e premia le città italiane che maggiormente si impegnano nella promozione della cultura e della lettura adottando numerosi parametri valutativi tra i quali la presenza attiva di un sistema bibliotecario locale, di librerie, di iniziative di promozione del libro in modo continuativo anche in ambienti marginali e di povertà educativa.

«C’è da essere veramente soddisfatti per questo nuovo riconoscimento – dichiara il Sindaco Leo Castiglione – che premia una comunità attiva e viva sul piano culturale, con oltre 40 mila presenze l’anno nella nostra biblioteca e numerosi servizi di lettura attivati per le scuole e le famiglie».

Redatta dalla biblioteca comunale ortonese, la candidatura ha evidenziato sia la quantità che la qualità dei servizi di promozione del libro che si rivolgono ad ogni fascia di età a partire dallo zero-tre anni fino agli anziani, coinvolgendo associazioni e realtà locali.

«Anche nella fase più restrittiva del lockdown – sottolinea il Vice sindaco Vincenzo Polidori – la nostra biblioteca è stata in grado di attivare un legame profondo con i suoi utenti innovando in modalità digitale i propri servizi: dalle letture via web per i bambini e le famiglie, alla prosecuzione dei servizi di studio tramite invio di documenti digitalizzati. Tutto ciò conferma le qualità e le professionalità che contraddistinguono, ormai da anni, il nostro servizio bibliotecario e i suoi operatori».