Il Museo universitario di Chieti ha riaperto al pubblico

Chieti. Il Museo Universitario di Chieti ha riaperto i suoi battenti. Da lunedì scorso, in seguito al passaggio della Regione Abruzzo in “zona gialla”, così come previsto dal DPCM del 15.01.2021, è stata possibile la riapertura al pubblico dell’importante struttura museale.

Il Museo Universitario di Chieti è un museo scientifico che contribuisce a caratterizzare l’Ateneo “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara con uno spazio espositivo dedicato alla conoscenza e alla divulgazione delle Scienze Naturali e della Storia della Scienza, con particolare vocazione verso gli aspetti biologici e medici che emergono dalla ricerca archeologica, medica, antropologica e paleontologica. Nelle sue sale, tra l’altro, trovano posto mostre dedicate a collezioni d’arte donate al Museo. Da lunedì 2 febbraio, dunque, il Museo universitario di Chieti è accessibile dal lunedì al venerdì (ore 09:00 – 19:00 con ultimo ingresso alle 19:00). Il sabato e la domenica la struttura resterà chiusa. Gli accessi e le modalità di fruizione degli spazi espositivi sono opportunamente contingentati ed il percorso è predefinito con entrata ed uscita separate. Gli operatori presenti in ricezione forniscono indicazioni sull’accessibilità, in modo da impedire assembramenti. Prima di accedere all’interno del Museo dall’ingresso principale, è necessario effettuare la misurazione della temperatura corporea tramite termo-scanner. L’accesso è consentito esclusivamente agli utenti con temperatura inferiore ai 37,5°. Gli utenti devono obbligatoriamente indossare la mascherina di protezione e rispettare la distanza interpersonale di un metro.

<La riapertura del Museo universitario di Chieti – commenta il suo Direttore, professor Luigi Capasso – è una notizia importante ed è anche una bella notizia. I Musei sono pensati, realizzati ed organizzati come luoghi della cultura in quanto momenti fisici di conoscenza, di fruizione della scienza e dell’arte, di condivisione delle emozioni. Quando sono chiusi tutto è negato a partire dalle emozioni. Invito tutti ad approfittare di questa nuova opportunità – conclude il Direttore del Museo universitario di Chieti, professor Luigi Capasso – che potrà esser vissuta in totale sicurezza, perché i nostri protocolli per la tutela della salute di ogni singolo visitatore non li abbiamo solo adottati ma li attuiamo con la stessa attenzione che riserviamo sempre alla cura del Museo e delle tante manifestazioni che esso ospita>.