Francavilla, il critico d’arte Massimo Pasqualone contrario all’immobilizzazione del Museo Michetti

Francavilla al Mare. Esprime tutta la sua contrarietà all’immobilizzazione del Museo Michetti di Francavilla con il parco museale permanente l’Abruzzo in miniatura, il critico d’arte francavillese Massimo Pasqualone, che parla di un flop che, al di là della qualità delle opere esposte, pur pregevoli, rende il prestigioso museo una specie di magazzino, poco attraente, come dimostra il bassissimo numero di biglietti venduti, e decisamente costoso per le casse comunali, che hanno già dovuto affrontare una spesa di quasi 30.000 euro per l’allestimento della proposta espositiva.

“Da anni suggerisco di inserire il museo Michetti nel circuito delle mostre internazionali itineranti e, inascoltato, ho provato più volte a proporre eventi di livello, ma il Museo rimane inutilizzato se non sottoutilizzato e non credo che l’Abruzzo in miniatura possa ridargli vigore attrattivo”.

Inoltre, prosegue il critico, “prosegue il deterioramento delle due splendide tele di Michetti custodite nel Museo, senza che alcuno riesca a porvi rimedio, questo sì straordinario patrimonio artistico della nostra città”.