Festival del peperone dolce di Altino rimandato al prossimo anno

Altino. “Abbracci, condivisione, sorrisi: il grande spirito di socialità che caratterizza da sempre il Festival del peperone dolce di Altino e il Palio delle contrade verrebbe meno con le restrizioni imposte dalle norme anti-contagio del Covid-19, sia nelle concitate fasi di preparazione nelle cucine sia nella festa in sé, che richiama migliaia di buongustai nel nostro piccolo borgo storico”.

Così il neo presidente Mariella Di Lallo (*) spiega le motivazioni che hanno indotto il direttivo dell’Associazione di tutela del peperone dolce di Altino a non organizzare l’appuntamento più atteso dell’anno in paese, rinviando l’evento alla prossima estate.

“Ma non lasceremo i nostri amici a bocca asciutta”, dice Di Lallo, annunciando una iniziativa alternativa per il 22 agosto prossimo. “Non sarete voi a venire da noi, questa volta saremo noi a portare il peperone dolce, anche se solo virtualmente, nelle vostre case”.

Come? In Tv e sul Web, con una carrellata delle migliori ricette preparate dalle Contrade. “Dedicheremo spazio alla narrazione dell’esperienza di undici anni di Palio, per ripercorrere insieme la storia di una comunità che – spiega Di Lallo – attraverso la valorizzazione del proprio prodotto tipico, è cresciuta dal punto di vista sociale, economico e culturale”.

L’iniziativa è denominata “Aspettando il 2021, il Palio si racconta” ed è stata fortemente condivisa con tutte le Contrade, al fine di tenere sempre vivo l’interesse nei confronti del peperone dolce di Altino, in un momento delicato per la salute pubblica a seguito dell’emergenza sanitaria. “I contradaioli entreranno, quindi, nelle case dei tanti ospiti che hanno già assaggiato e celebrato il nostro peperone – prosegue Di Lallo – contribuendo a creare quel clima di festa che ha reso il Festival del peperone dolce di Altino un evento davvero unico e speciale”.

Al mattino del 22 agosto, attraverso i teleschermi di casa e i display di pc e smartphone, ognuno potrà seguire la preparazione dei piatti (primi, secondi e dolci) che i contradaioli prepareranno per l’occasione e imparare, così, tanti piccoli segreti sull’utilizzo del peperone dolce di Altino in cucina.

Nella stessa giornata si svolgerà un convegno, a numero chiuso, che sarà possibile seguire in streaming, dal titolo “Il peperone dolce di Altino e il cammino di crescita di una comunità”, con i delegati delle Contrade protagoniste del Palio culinario, Carlo Ricci, direttore del Gal Maiella Verde, e Mimmo D’Alessio, vicepresidente dell’Accademia Italiana della Cucina.

Il programma del 22 agosto 2020

Ore 12: “Aspettando il 2021, il Palio si racconta”, su Telemax, Canale 12 del digitale terrestre in Abruzzo, e sulla pagina Facebook del Peperone dolce di Altino, al seguente link https://www.facebook.com/peperonedolcedialtino.it/

Ore 18: “Il peperone dolce di Altino e il cammino di crescita di una comunità”, sulla pagina Facebook del Peperone dolce di Altino, al seguente link https://www.facebook.com/peperonedolcedialtino.it/

(*) Breve biografia del neo presidente Mariella Di Lallo

Altinese di origine, lancianese di adozione, Mariella di Lallo è laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l’Università degli Studi di Bologna ed è dottore di ricerca in Studi Umanistici sul tema Educazione scientifica e competenze di cittadinanza, presso la Facoltà di Scienze della Formazione – Ud’A CH-PE.

E’ docente di Scienze al Liceo scientifico “G. Galilei” di Lanciano ed opera nel campo del volontariato in qualità di presidente dell’Associazione Davide Orecchioni Onlus e di responsabile della scuola Penny Wirton per l’alfabetizzazione linguistica degli stranieri.

A inizio 2020 è stata eletta presidente dell’Associazione di tutela del peperone dolce di Altino, vicepresidenti Angiolino D’Orazio e Annamaria D’Alonzo, subentrando al dimissionario Sebastiano Scutti.