A Rocca San Giovanni la giornata di studi ‘La partecipazione sociale’

Rocca San Giovanni. Sabato 12 marzo 2016 presso la Sala Convegni del Polo Culturale “Arturo Colizzi” a Rocca San Giovanni, avrà luogo l’iniziativa promossa dal Comune di Rocca San Giovanni, dal Consorzio SGS Cooperative Sociali, dall’Associazione Culturale “Ericle D’Antonio” e la Pro Loco di Rocca San Giovanni con il Coordinamento scientifico del Prof. Stefano Pagliaro, Professore Associato di Psicologia Sociale presso l’Università degli Studi di Chieti, e del Dott. Gabriele Di Bucchianico, Responsabile Ufficio Progettazione presso il Consorzio SGS Cooperative Sociali.

La partecipazione sociale interessa tutte le sfere della vita associata e si lega a connotazioni valutative, che variano a seconda degli orientamenti ideologici e degli interessi individuali e collettivi. In un momento storico che vede una innegabile crisi del collettivo, a vantaggio di un’impostazione individualistica che mette spesso in secondo piano le esigenze della/e comunità di riferimento, la promozione della cittadinanza attiva assume un ruolo centrale allorquando le politiche sociali siano mirate non tanto a dare una risposta alle problematicità esistenti, quanto ad attivare processi di empowerment per i singoli così come per le comunità, mirando a quei processi di sviluppo collettivo tanto cari alle scienze sociali.

Partendo da queste premesse, questa giornata studio mira a rappresentare un momento di riflessione sulla partecipazione sociale attiva a livello locale, integrando i contributi provenienti da studiosi delle scienze sociali, rappresentanti delle istituzioni scolastiche ed associative.

 Questa riflessione, concertata con un pubblico che sarà attivamente coinvolto nella discussione, si porrà come obiettivi: la presentazione e la discussione dei concetti fondamentali legati alla partecipazione sociale, in un’ottica integrata quale quella della psicologia di comunità; la descrizione delle risultanze di progetti di implementazione della partecipazione sociale già in essere: il coinvolgimento di diversi soggetti sociali presenti sul territorio – cittadini, amministrazione comunale, associazioni, responsabili scolastici – nella discussione circa la programmazione e l’implementazione delle politiche a favore della cittadinanza attiva.