Sì della Giunta alla nuova macrostruttura del Comune di Chieti

Sindaco e assessore Raimondi: “Nuovi servizi che coniugano qualità e strategia e una riorganizzazione dei settori storici finalizzata a semplificare e potenziare l’azione amministrativa”

Chieti. Via libera dalla Giunta alla nuova macrostruttura del Comune di Chieti che entrerà in vigore dal 2 aprile 2021. Con la delibera, approvata lo scorso 13 gennaio 2021 su proposta dell’Assessore Raimondi, l’Amministrazione ha adottato un fondamentale atto di organizzazione dell’Ente, che contiene importanti novità finalizzate a rendere più efficiente l’azione amministrativa.

“Un altro importante passo avanti per riattivare la macchina amministrativa – commentano il sindaco Diego Ferrara e l’assessore al Personale Enrico Raimondi – Sin dall’insediamento della Giunta abbiamo lavorato per dare una nuova macrostruttura al Comune di Chieti e, quindi, una nuova organizzazione dei settori e degli uffici che consentisse di rendere più efficiente ed efficace l’azione amministrativa che porteremo avanti negli anni di mandato.

Nella composizione a cui abbiamo dato il via libera, vengono a tal fine riunite tutte le funzioni contabili, per consentire un miglior controllo della spesa e realizzare, in tal modo, economie di cassa che restituiranno respiro all’Ente.

Viene organizzato un intero settore per i servizi al cittadino, che riunifica sotto un unico dirigente importanti servizi, quali la pubblica istruzione, le politiche sociali ed abitative, oltre che la promozione culturale e turistica, del tutto assente nella precedente organizzazione comunale.

La cosiddetta Città di Arte e di Cultura che avrà, finalmente, un servizio dedicato a promuovere la nostra città e sviluppare il potenziale di un settore fra i più strategici visto il patrimonio della città.

Vengono, poi, razionalizzati i servizi tecnici, suddivisi tra urbanistica e lavori pubblici, con la novità di istituire un ufficio per il supporto ai cittadini che intenderanno avvalersi dell’EcoBonus e, soprattutto, con l’istituzione di un unico servizio dedicato alle gare d’appalto, che consentirà al Comune di avvalersi di personale qualificato in ogni procedura di gara.

Sarà istituito un nuovo settore dedicato all’innovazione digitale e alle politiche europee, per dotare l’Ente di personale che si occuperà di due importanti e strategiche funzioni. Così per la transizione digitale: necessaria in quanto regolamentata da normative di settore, ma anche strategica, perché consentirà notevoli passi avanti anche sul fronte dei servizi alla cittadinanza. Altrettanto sostanziale è poi il reperimento dei fondi europei, soprattutto in un momento come quello che stiamo vivendo e a fronte di opportunità che ci consentirebbero di agire su un più ampio raggio, grazie alle risorse messe a disposizione dall’Ue e la partecipazione a progetti in grado di promuovere anche sinergie con realtà associative ed enti del territorio.

Infine, si è scelto di organizzare effettivamente l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, fino ad oggi mancante e che, nelle intenzioni dell’Amministrazione, avrà una sua sede fisica nella sede comunale di Chieti Scalo, il cui compito sarà anche quello di fungere da centro di assistenza e orientamento al cittadino per agevolare l’interazione digitale con l’Ente.

La nuova organizzazione avrà decorrenza dal 2 aprile 2021, per consentire ai settori di procedere agli adempimenti connessi alla redazione del piano pluriennale di risanamento e per avviare l’informazione sindacale, anche con riferimento all’organizzazione dei singoli servizi, soprattutto di quelli di nuova costituzione”.