San Salvo, rifiuti: raccolta differenziata a quota 69%

San Salvo. “Nel mese di agosto siamo riusciti a migliorare di ben 6 punti percentuali, rispetto all’anno precedente, la raccolta differenziata mensile superando quota 66 per cento, che ci porta su base annua a sfiorare il 69 per cento. Un ringraziamento all’assessore Faga e al suo predecessore Lippis per il lavoro svolto. Ma questo non ci soddisfa, anzi ci sprona a dover fare ancora di più”. A dichiararlo il sindaco Tiziana Magnacca che questa mattina, assieme all’assessore all’Ambiente Tony Faga e alla task force ambientale, ha analizzato i dati della raccolta differenziata dei primi otto mesi dell’anno.

“Un dato significativo se si considera che è stato raggiunto in piena stagione estiva quando di solito norma diventa non facile rispettare le regole che ci siamo dati per il conferimento dei rifiuti anche a chi non risiede nella nostra città” sottolinea l’assessore Faga.

Il sindaco Magnacca ricorda come ogni cittadino sia chiamato a contribuire nella raccolta dei rifiuti per il rispetto dell’ambiente. “Chiediamo collaborazione e senso di responsabilità per mantenere la città più pulita. I cittadini, lo ribadisco, devono essere i nostri primi alleati nel fare nel modo più adeguato la raccolta differenziata perché se fatta bene produce economie nei costi e fa aumentare la percentuale dei rifiuti conferiti in maniera adeguata”.

“Quello che mi conforta – aggiunge l’assessore Faga – è constatare come la percentuale di differenziato sia in crescita in maniera costante e regolare. E’ la dimostrazione che a San Salvo la campagna di sensibilizzazione avviata tra i cittadini inizia a dare buoni frutti”.

Un grosso contributo potrà arrivare dalle nuove modalità di conferimento che dal 7 settembre sono state attivate con la ditta che hanno comportato alcune leggere modifiche al calendario di consegna dei rifiuti.

“Ha destato curiosità l’app Junker che aiuta i cittadini a individuare le più idonee modalità di conferimento ricordando giorno per giorno cosa inserire nei mastelli, senza dimenticare che ora i contenitori sono stati forniti di chip per identificare meglio gli utenti ma soprattutto cosa viene conferito”.

Sono stati acquistati nuovi mezzi, ad alimentazione elettrica e a metano, che dimostrano che anche questa è la direzione giusta per rispettare la nostra città.