San Giovanni Teatino, sicurezza e decoro nel Parco 120 alberi

Ultimo Aggiornamento: mercoledì, 30 Maggio 2018 @ 10:29

San Giovanni Teatino. L’Amministrazione comunale di San Giovanni Teatino, attraverso il servizio della Polizia Locale, coordinata dal comandante Lorenzo Di Pompo, ha aggiornato e migliorato la cartellonistica informativa e, di conseguenza, intensificato l’attività di controllo per salvaguardare il decoro del Parco 120 alberi per garantirne una corretta fruizione da parte di tutti i cittadini di ogni fascia di età.

 “In questi giorni abbiamo provveduto ad aggiornare tutta la cartellonistica all’interno e ai due ingressi del Parco – spiega l’assessore Roberto Ferraioli. – Poche, semplici e chiare regole perchè tutti possano godere del parco, delle sue attrezzature e perchè questa straordinaria area verde si mantenga integra e decorosa grazie alla collaborazione di tutti. In particolare ai conduttori di cani voglio ricordare che, oltre all’area attrezzata a loro riservata, all’interno del parco devono portare l’amico a 4 zampe al guinzaglio, con la museruola e, soprattutto, evitare le aree riservate ai giochi dei bambini. La nuova cartellonistica divide il parco in aree spiegando l’attività che in ognuna di esse si può svolgere”.

 “Seguendo le indicazioni dell’Amministrazione – precisa Di Pompo – la Polizia Locale sta intensificando i controlli nel Parco 120 alberi che, voglio ricordare, è anche area videosorvegliata. Tutti i trasgressori, gli atti di vandalismo, i conduttori ‘maleducati’ di cani, saranno puntualmente sanzionati così come prevede la legge”.

 “Siamo sempre attivi sulle segnalazioni che ci pervengono e questi rafforzamenti ne sono l’esempio. Il Parco – dichiara il Sindaco Luciano Marinucci – deve essere un luogo di sana e gioiosa convivenza per tutti, nel rispetto di tutti. La mia Amministrazione è fortemente impegnata su questo fronte così come sul sanzionamento dei trasgressori.”

 Il “Parco dei 120 Alberi” si chiama così perchè, nei 17 mila mq adiacenti via Quasimodo, il Sindaco Luciano Marinucci, raccogliendo la richiesta di almeno 250 famiglie, è riuscito ad evitare la realizzazione di 120 appartamenti, destinando l’area al verde attrezzato. Oggi ci sono spazi verdi attrezzati con panchine e zone ombreggiate, una palestra all’aperto, una lunga pista per lo sport all’aria aperta e attività podistiche, percorsi per passeggiare. Nel parco inoltre sono in esposizione le opere di “Sculpere”, realizzate in occasione del simposio internazionale di scultura dell’agosto 2012.