L’Associazione Vastese della Stampa ha festeggiato San Francesco di Sales nel ricordo di Giuseppe Catania

Vasto. I giornalisti dell’Associazione Vastese della Stampa – 1957, guidati dal neo presidenteAvv. Giampaolo Di Marco, e da Luigi Spadaccini del direttivo regionale ODG, nel pomeriggio di oggi 24 gennaio 2021, si sono ritrovati, come tradizione, nella Concattedrale di San Giuseppe a Vasto, per festeggiare il loro Santo ProtettoreSan Francesco di Salese per ricordareil giornalista e storico Giuseppe Catania, Presidente onorario dell’Associazione, recentemente scomparso.

Il Parroco, Don Gianfranco Travaglini, ha ricordato la figura di San Francesco di Sales, inventore del volantinaggio, che per quei tempi significò modernità ed efficacia comunicativa, che raccomandava di scrivere le proprie idee, difendere e diffondere la propria opinione con la fede.

Nel corso della celebrazione della Santa Messa, alla quale hanno preso parte anche il Sindaco di Vasto, Francesco Menna, ed i soci dell’Associazione, ha poi preso la parola il Presidente dell’Associazione per ricordare la figura del compianto Giuseppe Catania.

“…Se la vita spesso non insegna a morire, altrettanto spesso, però, la morte può insegnare a vivere”. Con queste parole, il Presidente ha iniziato il ricordo dell’amico e maestro, proseguendo affermando che“…è con cristiana gioia che affrontiamo questo momento di distacco e di ricordo, perché sappiamo che abbiamo da spendere i Tuoi insegnamenti, il Tuo stile, il Tuo metodo di essere cittadino, giornalista, storico, amico, lavoratore, insomma un uomo che ha saputo spendere larga parte del Suo vivere non solo per se, ma anche per la crescita umana, culturale e professionale della sua comunità, alla quale hai consegnato pagine di storia indimenticabili che, forse, senza il Tuo impegno, sarebbero state perse per sempre, nonché per le persone che incontravi sul Tuo cammino ogni giorno”.

Il Presidente, infine, ha inviato l’Assemblea dei fedeli a pregare per tutti i giornalisti che ogni giorno rischiano la propria vita, per compensi irrisori, per portare nelle case delle persone l’informazione quotidiana che nel recente insegnamento di Papa Francesco, deve essere fatta ricercando la notizia “consumando la suola delle scarpe e non rimanendo seduti alle proprie scrivanie”, segno questo della necessità di un’informazione di qualità e sempre vicina alle persone ed agli eventi che si intendono raccontare.