La Asl di Chieti premiata a Milano per l’innovazione nella gestione Covid-19

Chieti. Come una piccola luce nell’oscurità generata dal Covid-19. Il riconoscimento ottenuto dalla Asl Lanciano Vasto Chieti nell’ambito del Premio “Innovazione in sanità digitale” del Politecnico di Milano rischiara davvero l’orizzonte del Dipartimento di Prevenzione, classificatosi tra i finalisti.

Ha partecipato nella sezione “Gestione dell’emergenza Covid in ospedale e sul territorio” con il progetto “Smart@lert, un sistema web-based di telemonitoraggio e analisi epidemiologica in Sanità”.

All’iniziativa del Politecnico è approdata l’esperienza condotta dalla task force del Dipartimento guidata da Giuseppe Torzi già nella prima fase della pandemia, basata su un’applicazione web, con la quale sono stati resi efficienti una serie di processi. Grazie al sistema realizzato ad hoc è stato possibile identificare precocemente i casi positivi e la ricerca dei contatti, gestire la catena del contagio e le chiamate ai contatti stretti, il monitoraggio delle condizioni cliniche, la comunicazione della condizione virologica.

Da marzo a luglio sono stati gestiti 827 casi Covid-19 per il monitoraggio, 2.120 casi di contatto e circa 2.000 soggetti provenienti da aree a rischio sottoposti a sorveglianza sanitaria.

Soddisfazione è stata espressa dal Direttore generale della Asl, Thomas Schael, per il piazzamento del gruppo della Prevenzione tra i finalisti in un contesto prestigioso come quello del Politecnico, che crea occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti di utilizzo del digitale come leva di innovazione e miglioramento nel mondo della sanità. La scelta dei finalisti è avvenuta su oltre 80 progetti candidati.