Inosservanza del Decreto Coronavirus, ancora denunce di Carabinieri di Chieti

Chieti. Nel corso della giornata odierna sono state denunciate complessivamente 19 persone dai Carabinieri della Compagnia di Chieti per inosservanza del D.P.C.M. che ha limitato di molto la mobilità della popolazione, ma qualcosa ancora non è chiaro perché le denunce sono salite di numero e se ne prevedono altre ancora.

Le motivazioni per le quali le persone si muovono inutilmente ed in barba alla norma sono le più disparate: dal cittadino extracomunitario di 50 anni residente a Silvi e fermato a Guardiagrele davanti ad un supermercato a chiedere l’elemosina, a cinque ciclisti tra i 65 ed i 45 anni provenienti dal pescarese e dal chietino fermati a tra Fara Filiorum Petri e Guardiagrele, a due uomini, un 28enne di San Vito Chietino e un 58enne di Ortona, fermati a Chieti ed a Francavilla al mare che erano venuti a trovare le rispettive compagne.

E’ stato controllato inoltre un night nel chietino aperto ben oltre l’orario consentito nel quale sono stati trovati e denunciati dodici persone tra avventori e intrattenitrici.

I controlli continueranno serrati anche perché gli spostamenti aumenti sensibilmente le possibilità di contagio.