Guardia Costiera di Ortona, devoluto alla Caritas un esemplare di tonno rosso sequestrato durante l’attività di vigilanza sulla pesca

Ortona. Nella mattinata di ieri, gli uomini della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ortona, sotto il coordinamento del 14° Centro di Controllo Area pesca della Direzione Marittima di Pescara, hanno sequestrato un esemplare di tonno rosso (Thunnus thynnus) di kg 52 circa, illegalmente pescato da un’unità autorizzata ad altro tipo di pesca.

Trattasi di specie ittica protetta dalla Convenzione internazionale per la conservazione dei tonnidi (ICCAT) e oggetto di normative stringenti a cura del legislatore comunitario e nazionale.

In particolare, i militari hanno accertato che il comandante dell’unità da pesca interessata, deteneva a bordo un esemplare di tonno rosso superando in tal modo il quantitativo annuo autorizzato dalla normativa nazionale vigente, in particolare dal D.M. 27 Luglio 2020, per le catture accessorie.

Il responsabile è stato sanzionato a norma del combinato disposto tra il D.M. 27 luglio 2020 e ss.mm.ii. e il D. Lgs 4/2012, il prodotto ittico è stato posto sotto sequestro e, dopo ispezione sanitaria a cura del Servizio veterinario dell’ASL Lanciano-vasto-Chieti, è stato devoluto in beneficienza alla Caritas diocesana.

L’attività di controllo condotta dagli uomini della Guardia Costiera proseguirà incessante contro tutti i comportamenti contrari alle norme in materia di tracciabilità e tutela delle specie ittiche.