Francavilla, si oppone al controllo cercando di investire i Carabinieri: arrestato

Chieti. Era già stato arrestato nel corso del primo lockdown dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti per gli stessi reati, C.S. 26enne residente a Francavilla al mare (CH), ma evidentemente non ha perso il vizio. Da allora ha l’obbligo di firma alla stazione del centro costiero ed è stato sanzionato più volte per la violazione della normativa sul Covid – 19.

Questa volta è stato notato dai militari della stazione confabulare con un altro giovane nel parcheggio di un supermercato e, quando vede che i carabinieri si stavano avvicinando, mette in moto la macchina di grossa cilindrata e cerca di proteggere la fuga dell’altro, che nel frattempo se la dava a gambe levate. I carabinieri si dividono: uno insegue a piedi il fuggitivo, mentre l’altro in auto cerca di non perdere di vista C.S., che però per garantire la fuga dell’amico, prima cerca di investire il carabiniere a piedi, poi di speronare l’auto militare.

Alla fine i carabinieri lo chiudono in un angolo del parcheggio e gli intimano di scendere: il giovane, spavaldo e sicuro di sé scende dall’auto e inizia a togliersi i vestiti, come a voler stare più comodo per una eventuale colluttazione che cerca di provocare in tutti modi. Ma i militari restano calmi, nonostante l’uomo continui a minacciarli di morte: “OGGI E’ UN BUON GIORNO PER UCCIDERE UN CARABINIERE…VI AMMAZZO”. Alla fine riescono a bloccarlo e a portarlo in caserma.

La pm di turno, dott.ssa Lucia Anna Campo, ne dispone l’immediato arresto ed è stato riportato a casa in attesa del rito direttissimo previsto per oggi.