Francavilla, al via il bando dei Centri Estivi per ragazzi

Francavilla al Mare. E’ online l’avviso per la selezione e l’attivazione dei Centri Estivi, come previsto dal l Decreto legge 16/05/2020 n. 33 recante “Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID” e dal iI DPCM 17 marzo 2020, per avviare una grande offerta sul territorio per andare in contro alle famiglie che hanno esigenze di conciliazione fra vita lavorativa e familiare.

“Dopo un anno durissimo in cui i genitori sono stati privati del grande supporto all’educazione e alla conciliazione della Scuola, ci tenevamo ad andare incontro loro con questo strumento importantissimo, partendo, come sempre, il prima possibile. Ci sarà una grande offerta sul territorio che spazierà dal gioco, alla socialità , all’educazione fino allo sport e che abbiamo chiamato “CentriAmo L’Estate” fa presente il Vicesindaco Francesca Buttari “Gli obiettivi dell’amministrazione sono principalmente due: alleggerire il più possibile il carico di conciliazione delle famiglie francavillesi con una proposta di socialità sicura, e promuovere la massima integrazione fra i soggetti che tradizionalmente organizzano centri estivi sul territorio”. I Centri saranno organizzati secondo il modello organizzativo previsto dalle Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID-19”, redatte dalla Presidenza del Consiglio, Dipartimento per le politiche della famiglia congiuntamente all’Associazione Nazionale Comuni Italiani, Unione delle Province d’Italia, Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Società Italiana di Pediatria, d’intesa con i Ministeri dell’Istruzione, della Salute, del Lavoro e delle politiche sociali, delle Politiche giovanili e dello sport, ed integrate con le raccomandazioni del Comitato tecnico-scientifico del Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri, allegato 8 DPCM 17.5.2020. L’avviso è rivolto agli Enti del terzo settore, Enti pubblici e privati, Società (commerciali e non); Soggetti privati (con o senza personalità giuridica) e Altri soggetti che perseguono finalità educative, ricreative e/o sportive, socio-culturali a favore di minori.

Il progetto potrà essere presentato anche da raggruppamenti di più partners.

I centri estivi potranno avere una durata dal 15 giugno al 15 settembre e dovranno prevedere una durata minima di 4 settimana, un orario minimo giornaliero di effettiva apertura di almeno 4 ore continuative, apertura per almeno 5 giorni alla settimana e orario di entrata e di uscita scaglionate. La selezione dell’utenza è in capo al soggetto gestore che dovrà attenersi a quanto previsto dai stabiliti delibera di Giunta Comunale:

-bambini residenti o domiciliati (i residenti hanno priorità rispetto ai domiciliati). Qualora non si raggiunga il numero di posti messo a disposizione per i beneficiari dei fondi statali, sarà possibile ammettere al centro estivo anche bambini non residenti nel territorio comunale, precisando che questi non potranno beneficiare dei fondi assegnati al comune di Francavilla al Mare.

-priorità ai minori con i genitori entrambi lavoratori (regolare contratto di lavoro comprovante che il genitore non può occuparsi del figlio) o nel caso di nucleo monoparentale con unico genitore lavoratore.

Anche la retta è stabilita dal soggetto gestore e costituirà un elemento di competitività fra le diverse proposte poste in essere.

Tutte le attività dovranno essere organizzate , senza discriminazione di sesso e di razza, etnia, lingua, religione, ecc.., nella seguente fascia di età al momento della domanda di partecipazione, secondo il seguente modello organizzativo

3/5 anni: compiuti con rapporto di un adulto ogni 5 bambini;

6/11 anni compiuti: con rapporto di un adulto ogni 7 bambini;

12/14 anni compiuti: con rapporto di un adulto ogni 10 bambini;

“Il Comune attuerà come tutti gli anni la possibilità per le famiglie di ricevere un voucher in base all’ISEE, da spendere presso i Centri Estivi, per la compartecipazione alla spesa, rispetto ai quali uscirà un successivo avviso, e siamo in attesa dell’assegnazione da parte del Governo del contributo previsto dall’art.105 del Decreto Rilancio, che consentirà un abbattimento della retta anche per le famiglie non disagiate. Inoltre nei Centri estivi, come previsto dall’art. 72 del Decreto 34 del 19 Maggio 2020 potrà essere usato anche il bonus babysitter, secondo le modalità già stabilite dall’inps”fa presente il Vicesindaco Francesca Buttari.

“Il Comune Inoltre, continua il Vice Sindaco Buttari” potrà concedere, su richiesta, l’utilizzo gratuito di aree di proprietà comunale, quali, a titolo esemplificativo, parchi, giardini od altro, fatta sempre salva l’idoneità delle stesse sotto il profilo della sicurezza e la disponibilità delle sedi prescelte, specificando che le aree potranno essere concesse nello stato in cui si trovano. Sarà eventualmente onere del gestore adibirle allo scopo attrezzando e dotandole di quanto richiesto secondo le linee guida, mettere a disposizione gli operatori specializzati (educatori) per l’assistenza agli utenti diversamente abili e, se necessario e opportuno, i volontari del servizio civile”.

“Il Comune ha inteso, considerando il periodo e volendo valorizzare le strutture, mettere a disposizione dei centri estivi tutti gli spazi che rientrano nella nostra disponibilità”, aggiunge l’Assessore allo sport e al bilancio, Rocco Alibertini.

L’elenco dei centri estivi attivati verrà aggiornato sul sito del Comune e le domande potranno essere presentate al massimo fino al 30 giugno 2020 all’email protocollo@pec.comune. francavilla.ch.it o consegna a mano presso l’ufficio protocollo del comune.

Di seguito il link all’avviso
https://www.comune.francavilla.ch.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_16236.html