Fossacesia, Villa Scorciosa senza giornali. Il sindaco: ‘Diritto all’informazione negato’

Fossacesia. “Oltre ai centri dell’interno dell’Abruzzo, la distribuzione dei quotidiani e delle riviste non ha più regolarità nemmeno in zone particolarmente popolate. Tutto ciò rappresenta un grave fatto, che priva i cittadini d’informarsi e rappresenta, inoltre un danno economico a chi gestisce le edicole di quelle località”.

E’ quanto denuncia il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, che è stato nella frazione di Villa Scorciosa, nella quale l’unica rivendita della località, il Bar Tabacchi Amaranto, non riceve più quotidiani da giorni. “Ho incontrato il titolare della rivendita, ino dei luoghi d’aggregazione della comunità di Villa Scorciosa e ritengo che questa sia una privazione anche in termini socio-culturali – sottolinea il sindaco Di Giuseppantonio -. La lettura di un giornale alimenta il confronto sui fatti e diventa perciò anche un fenomeno d’aggregazione e d’incontro in una realtà come quella di Villa Scorciosa, situata tra Fossacesia e Lanciano, che in questi anni ha conosciuto un incremento di abitanti”. In veste di Segretario Regionale dell’UDC Abruzzo, Enrico Di Giuseppantonio e come membro del Comitato Direttivo dell’Associazione Nazionale Comuni d’Italia Abruzzo, mesi addietro ha fatto sentire la sua voce in proposito, lanciando un invito ai sindaci della nostra regione ad aderire all’intesa che hanno sottoscritto Federazione Italiana Editori Giornali (Fieg) ed Anci, tesa a favorire il rinnovamento del ruolo e della funzione delle edicole e per affiancare a questa attività iniziative condivise per avvicinare i cittadini alla lettura dei giornali anche per far fronte alla crisi dell’editoria, accentuatasi con la pandemia.”Come Sindaco- ha aggiunto Di Giuseppantonio-prenderò le iniziative necessarie perché i cittadini di Villa Scorciosa possano tornare a ricevere al più presto quotidiani e riviste”.