Fossacesia, bonificate dall’eternit quattro aree in Val di Sangro

Fossacesia. Tubi, onduline, frammenti di parti di rivestimenti edili, abbandonati in quattro diversi punti in terreni a ridosso del fiume Sangro, nel territorio comunale di Fossacesia. Ancora una volta l’Amministrazione comunale di Fossacesia è dovuta intervenire e procedere alla bonifica delle aree da circa diversi quintali di eternit, classificato tra le sostanze più pericolose per la salute.

 Le polveri che si liberano se il materiale è friabile, stato in cui è stato trovato nella vallata del Sangro, una volta nell’aria o in corsi d’acqua può provocare danni alla salute e all’ambiente in generale. “In questi giorni si sono concluse le operazioni di recupero, iniziate nel giugno scorso, subito dopo il rinvenimento dei rifiuti, ed eseguite da una ditta specializzata – precisa il Sindaco, Enrico Di Giuseppantonio -. Interventi che hanno avuto un costo, che andrà ovviamente a gravare sull’intera comunità.” E’ davvero incredibile- aggiunge Umberto Petrosemolo, delegato all’Ambiente, che qualcuno, pur nella consapevolezza del serio pericolo che l’amianto può provocare ad altri cittadini e alla natura, pratichi ancora l’abbandono di rifiuti di questo tipo di materiale per evitare di servirsi di aziende specializzate e autorizzate al ritiro a domicilio”.

 Nel maggio scorso – ricorda il primo cittadino Di Giuseppantonio-, in seguito ad una segnalazione giunta agli uffici del comando della Polizia Locale, in prossimità del bosco a confine con il Fiume Sangro, eravamo dovuti intervenire per recuperare altre sei lastre di cemento amianto, da scarti edili. Sono casi isolati che contrastano sulle buone abitudini della stragrande maggioranza dei nostro cittadini, che invece dimostrano quotidianamente sensibilità verso il decoro e la salvaguardia dell’ambiente di Fossacesia”. Gli uffici e gli enti competenti hanno avviato indagini per identificare coloro che hanno provocato i danni ambientali e se si riuscirà a risalire a loro saranno pesanti sanzioni amministrative previste per legge per chi abbandona eternit sul suolo pubblico. Nei prossimi giorni il sindaco Di Giuseppantonio e Il delegato Petrosemolo terrano una riunione per organizzare una più attenta e scrupolosa vigilanza sull’intero territorio fossacesiano.